22 ottobre 2020
Aggiornato 02:00
Cinema

Il nuovo film animato di Pixar è italiano e si chiama «Luca»

Vedrà alla regia il genovese Enrico Casarosa: «Racconterà l'indimenticabile estate di un ragazzo nella riviera dove sono cresciuto». Luca arriverà nei cinema statunitensi il 18 giugno 2021

Il nuovo film animato di Pixar è italiano e si chiama «Luca»
Il nuovo film animato di Pixar è italiano e si chiama «Luca» Ufficio Stampa

Pixar Animation Studios ha annunciato oggi che la sua prossima uscita cinematografica sarà «Luca». Diretto dal candidato all'Oscar Enrico Casarosa ("La Luna") e prodotto da Andrea Warren ("Lava», «Cars 3"), Luca arriverà nei cinema statunitensi il 18 giugno 2021.

Ambientato in una splendida città di mare della riviera italiana, l'originale film d'animazione è la storia di un giovane ragazzo che vive un'esperienza di crescita personale durante un'indimenticabile estate contornata da gelati, pasta e infinite corse in scooter. Luca condivide queste avventure con il suo nuovo migliore amico, ma tutto il divertimento è minacciato da un segreto profondo: lui in realtà è un mostro marino di un altro mondo situato appena sotto la superficie dell'acqua.

Il regista Enrico Casarosa

«Questa è una storia profondamente personale, non solo perché è ambientata nella riviera italiana dove sono cresciuto, ma perché al centro di questo film c'è la celebrazione dell'amicizia. Le amicizie infantili spesso stabiliscono la rotta di chi vogliamo diventare e sono proprio quei legami ad essere al centro della nostra storia in Luca», ha dichiarato il regista Enrico Casarosa. «Così, oltre alla bellezza e al fascino del mare italiano, il nostro film racconterà un'avventura estiva indimenticabile che cambierà radicalmente Luca».

A Paestum dall'11 al 14 agosto la seconda parte del #Giffoni50

#Giffoni50 riparte dal mondo classico e dalle radici del suo territorio. Prima tappa nell'antica Velia, ad Ascea, dove lunedì 10 agosto 2020 alle 18, sarà presentata in diretta streaming l'edizione 2020 del Festival. Il fondatore e direttore Claudio Gubitosi anticiperà - con la partecipazione di una delegazione di giffoners - le anteprime, i film in concorso, le masterclass, gli hub italiani ed esteri in collegamento costante, i talenti italiani e internazionali che, insieme ai protagonisti della vita sociale, culturale e politica del Paese, saranno al fianco dei ragazzi per questa edizione speciale.

Dopo i saluti del direttore del Parco Archeologico di Paestum e Velia Gabriel Zuchtriegel, dei sindaci di Ascea, Pietro D'Angiolillo, di Giffoni Valle Piana, Antonio Giuliano e del presidente dell'Ente Autonomo Giffoni Experience, Pietro Rinaldi, interverranno il filosofo, prof. Giuseppe Cantillo, e il sociologo, prof. Domenico De Masi. Al termine dell'incontro gli ospiti visiteranno l'antica città di Velia.

Dall'11 al 14 agosto invece, a Paestum, terra degli dei, luogo immortale e senza tempo, la bellezza dei templi sarà il set naturale per raccontare, attraverso il linguaggio universale del cinema e della musica, la storia della nostra civiltà. A poche ore dall'inizio del festival, che partirà il 18 agosto, l'area archeologica ospiterà un concerto dello straordinario compositore e pianista Giovanni Allevi e la proiezione di film simbolo del rapporto di Giffoni con il cinema: l'iconico ET, legato indissolubilmente alla figura del premio Oscar Carlo Rambaldi da sempre cara al festival e BILLY ELLIOT di Stephen Daldry.