24 ottobre 2020
Aggiornato 11:00
Beauty&Make up

Preferenze cosmetiche degli Italiani

Le tendenze legate al trucco cambiano ogni stagione e le preferenze delle donne italiane si stanno evolvendo

Make up
Make up Ufficio Stampa

Le prime citazioni sul trucco risalgono all’Antico Egitto. Fu allora che vennero usate le prime matite per gli occhi che venivano usate sia dalle donne che dagli uomini. Da allora, sia i prodotti per il trucco che quelli per la cura, così come la percezione del trucco stesso, hanno subito cambiamenti significativi. Attualmente, le tendenze cambiano ogni stagione e le preferenze delle donne italiane si stanno evolvendo.

Quanto spendono gli italiani in cosmetici all'anno? Cosa gli guida nella scelta quando acquistano prodotti per la cura e il trucco? Qual’è l'atteggiamento delle donne e degli uomini nei confronti dei cosmetici biologici? E come possiamo confrontarci con gli altri paesi? Il team analitico di Picodi.com ha risposto a queste e ad altre domande relative al mercato dei cosmetici.

La bellezza ha il suo prezzo

I beauty case italiani sono molto spaziosi: in media ci sono fino a 19 prodotti. Pertanto, non ci dovrebbe sorprendere che la donna media italiana spende circa 305€ all'anno in cosmetici. D'altra parte, tra questi 19 cosmetici, gli intervistati ne usano regolarmente solo undici. Ciò può essere dovuto al fatto che ben il 47% delle donne italiane intervistate acquista i propri cosmetici preferiti quando sono in promozione. Il 34% di loro gli acquista quando i precedenti cosmetici sono finiti e solo il 19% acquista quando ne ha voglia.

Quali cosmetici vengono acquistati più volentieri dalle donne italiane? La maggior parte degli intervistati il 59%, ha scelto il prezzo come fattore principale che determina l'acquisto. Segue la composizione e le ragioni economiche: il 48% delle italiane che acquistano cosmetici sono guidate dagli ingredienti con cui sono stati realizzati. Al terzo posto come determinante si posiziona la marca dei cosmetici, con un 44%. Il 29% si lascia prendere dal proprio intuito, e il 27% delle opinioni degli esperti. Si sono rivelate meno importanti invece le raccomandazioni degli amici e degli influencers (19% e 17%).

Dato che il prezzo è l'aspetto più importante per la maggior parte delle donne italiane, non sorprende che solo il 19% delle intervistate preferisce i cosmetici premium, di una fascia di prezzo più elevata. Il 59% si concedono di tanto in tanto l'acquisto di tali cosmetici e il 22% non li compra affatto. Lo stesso vale per i cosmetici biologici, la cui popolarità in Italia è aumentata in modo significativo negli ultimi anni. Tuttavia, la maggioranza degli intervistati (62%) ha indicato che acquistano cosmetici ecologici solo quando il loro prezzo è conveniente. Il 29% ha dichiarato di acquistare principalmente cosmetici naturali (indipendentemente dal prezzo) e il 9% ha dichiarato di non essere interessato all'aspetto ecologico dei cosmetici.

Specchio specchio delle mie brame...

Per molte donne, il trucco è parte integrante della routine mattutina. Meno di un decimo delle donne italiane intervistate, perché solo il 7%, non si trucca affatto. Tra le donne a cui piace il trucco, meno di un terzo si trucca ogni giorno. La maggior parte delle intervistate (69%) si trucca qualche volta e solo il 4% solamente in occasioni speciali.

Quanto tempo una donna italiana media spende davanti allo specchio? Tra le donne di età compresa tra i 18 e i 50 anni, il 48% impiega dai 5 ai 15 minuti per truccarsi, e il 20% si prepara in soli cinque minuti. Quasi un terzo delle donne italiane intervistate dedica molto più tempo al trucco, anche mezz'ora.

La borsa per il trucco delle donne contiene molti prodotti, compresi molti dello stesso tipo. Ad esempio, le donne italiane hanno in media 7 rossetti, 7 ombretti, 3 matite per labbra, 3 tipi di fard, 4 mascara e fino a 8 smalti per unghie.

Dall'altro lato dello specchio

In Italia, i prodotti per il trucco più popolari sono mascara, fondotinta, rossetti, correttori e matite per le sopracciglia e le donne spendono in cosmetica in media 305€ all'anno. Qual è la situazione con i nostri vicini?

Le donne spagnole spendono di meno in cosmetici rispetto alle italiane, solo 286€ all’anno. Anche per loro il mascara, rossetto e correttore sono prodotti fondamentali per il trucco. Spendono di meno rispetto alle italiane anche le donne in Germania e in Austria, rispettivamente 197€ e 220€ all’anno.

Molto di più spendono le donne negli Stati Uniti e nel Regno Unito, rispettivamente 351€ e 448€.

Uomini e i loro cosmetici

Come si trovano gli uomini sul mercato dei cosmetici? Prima di tutto, gli uomini spendono decisamente meno rispetto le donne in cosmetici, 207€ all'anno, Hanno anche circa la metà del numero di prodotti (11 pezzi), sebbene ne utilizzino regolarmente quattro. È interessante notare che solo il 56% degli uomini intervistati acquista cosmetici da soli - il restante 44% ha ammesso che la loro dolce metà o la madre compra i cosmetici.

A differenza delle donne italiane, gli uomini di solito acquistano cosmetici solo quando finiscono (60%). Solo il 25% acquista cosmetici quando sono in promozione e il 15% solo quando ne ha voglia. Al momento dell'acquisto, gli italiani sono principalmente guidati dal prezzo e dalla marca (rispettivamente 45% e 38%). Sono meno interessati alle preferenze personali (24%), alle raccomandazioni degli esperti (18%) o alle opinioni degli amici (9%).

Gli italiani sono anche meno interessati ai cosmetici premium: quasi la metà degli intervistati (42%) ha dichiarato di non acquistarli affatto. Il 39% decide di acquistare cosmetici di fascia alta a volte, e solo il 19% li preferisce in ogni situazione. Un po’ più di interesse si riscontra nei cosmetici biologici il 14% degli uomini intervistati preferisce i cosmetici biologici indipendentemente dal prezzo. Il 44% li sceglie quando sono convenienti e il 42% dichiara di non essere interessato all’aspetto ecologico quando si tratta di cosmetici.

Metodologia

Questo studio si basa sui risultati di un sondaggio di 9.300 persone provenienti da 44 paesi nel giugno 2020.