7 aprile 2020
Aggiornato 10:30
Viaggi

9 film da guardare (e riguardare) per viaggiare da casa

Quando non c’è la possibilità di viaggiare, esistono tantissimi modi per spostarsi con la mente da un continente all’altro, ad esempio guardando dei film da casa

Alaska
Alaska Ufficio Stampa

Quando non c’è la possibilità di viaggiare, esistono tantissimi modi per spostarsi con la mente da un continente all’altro per scoprire luoghi, storie e culture senza nemmeno uscire di casa. Per soddisfare il bisogno dei viaggiatori che non vedono l’ora di esplorare, Volagratis.com ha selezionato i film di viaggio da guardare e riguardare: dall’Italia all’Islanda, 9 viaggi da fare con i popcorn in mano e comodamente seduti sul divano.

America Latina
America Latina (Press Play)

In America Latina con «I diari della motocicletta» (2004)

I diari della motocicletta fa volare nell’America Latina del 1952 insieme a due giovani Ernesto Guevara e Alberto Granado. Il viaggio, che inizia in sella a una moto, soprannominata «la Poderosa», e termina con mezzi di fortuna, porterà i due protagonisti a percorrere oltre 14.000 chilometri in quattro mesi e ad attraversare luoghi meravigliosi come le Ande, la costa cilena, il deserto di Atacama e la foresta amazzonica, fino al Venezuela. Le persone incontrate lungo il cammino condivideranno le loro storie e le loro sfortune alimentando continue riflessioni, domande e dubbi su una società ricca di contrasti e in continua evoluzione.

India
India (Press Play)

In India con «Il treno per il Darjeeling» (2007)

Tre fratelli, un treno e un unico scopo: ritrovare il legame che un tempo li univa. Dopo la morte del padre e un grave incidente, Francis decide di salire a bordo del Darjeeling Limited e di intraprendere un viaggio su rotaia attraverso l’India per recuperare un rapporto ormai sbiadito, vivere una rinascita spirituale e capire ciò che conta davvero nella vita. In questa esperienza surreale si farà accompagnare proprio dai due fratelli, per raggiungere insieme il convento himalayano dove la loro madre vive ormai isolata dal resto del mondo. Il tutto raccontato con il ritmo e i colori tipici dei film di Wes Anderson.

Egitto
Egitto (Press Play)

In Egitto con «Non è mai troppo tardi» (2007)

Edward Cole e Carter Chambers condividono due cose: un tumore allo stadio terminale e una stanza d’ospedale. Nonostante due vite diametralmente opposte, decidono di stilare una lista delle cose da fare prima di morire e, soprattutto, di eliminare ogni voce dalla lista. Intraprendono così un viaggio straordinario in giro per il mondo: dalla Cina all’Egitto, passando per la Francia, la Tanzania e il Nepal, fino ad arrivare al Polo Nord. Un percorso fatto di avventure, di riflessioni e di relazioni da ricostruire, perché, alla fine, non è mai troppo tardi.

Alaska
Alaska (Press Play)

In Alaska con «Into the Wild - Nelle terre selvagge» (2007)

Basato sul libro Nelle terre estreme di Jon Krakauer, Into the wild - Nelle terre selvagge racconta la storia vera di Christopher McCandless: un neolaureato che decide di intraprendere un lungo viaggio dalla Virginia, dove vive, all’Alaska. Portando con sé solo il minimo indispensabile, Alex Supertramp, come si farà chiamare, incontrerà lungo il cammino persone e storie: un viaggio che mostra il lato più umano e più crudo degli Stati Uniti, ma anche alcune meraviglie naturali del paese.

Basilicata
Basilicata (Press Play)

5 - In Italia con «Basilicata coast to coast» (2010)

Con Basilicata coast to coast (2010) si viaggia in Italia, inseguendo la musica. Partendo da Maratea, quattro amici si incamminano a piedi alla volta di Scanzano Jonico per partecipare a un festival nazionale della canzone: seguendo strade secondarie, quello che avrebbe potuto essere un breve viaggio in auto si trasforma in un cammino simbolico e in un’occasione per ridare un senso alle proprie vite, ormai alla deriva tra routine e fallimenti.

Bali
Bali (Press Play)

A Bali con «Mangia prega ama» (2010)

Mangia prega ama porta sul grande schermo il libro autobiografico di Elizabeth Gilbert, con Julia Roberts nei panni della protagonista. L’autrice è una donna con una vita solida e appagante, ma dopo essersi lasciata alle spalle un divorzio e una relazione tormentata, decide di partire per un viaggio in solitaria per ritrovare se stessa. Dall’Italia all’India e dall’India a Bali, Elizabeth intraprende un percorso che è soprattutto interiore e che la avvicina alle bellezze del mondo, alla buona cucina e alla pace interiore.

Islanda
Islanda (Press Play)

Fino all'Islanda con «I sogni segreti di Walter Mitty» (2013)

La vita del timido Walter Mitty è fatta di una consolidata routine e di un lavoro, quello per la rivista Life, che gli permette di sognare ogni giorno ad occhi aperti. Le cose però cambiano all’improvviso quando il magazine viene venduto, inizia a girar voce di una riduzione del personale e Walter riceve da un celebre fotografo solitario una busta con alcuni negativi: tra questi quello di una foto eccezionale che dovrebbe essere usata come copertina del nuovo numero. L’immagine però non si trova e Walter, per non perdere il posto, decide di partire per un viaggio alla ricerca del fotografo stesso: dalla Groenlandia all’Afghanistan, passando per l’Islanda.

Pacific Crest Trail
Pacific Crest Trail (Press Play)

Lungo il Pacific Crest Trail con «Wild» (2014)

Wild è un inno alla forza di volontà femminile, una storia fatta di sofferenza e di forza. Protagonista è Cheryl Strayed che, stravolta da un difficile divorzio e dalla recente perdita della madre e così, decide di partire per un viaggio lungo il Pacific Crest Trail, celebre sentiero tra boschi e montagne degli Stati Uniti occidentali. Il viaggio, lungo circa tre mesi, le permetterà di superare i suoi limiti e di ripartire da zero lasciandosi alle spalle le esperienze che hanno segnato la sua vita.

Australia
Australia (Press Play)

In Australia con «Tracks - Attraverso il deserto» (2014)

Attraversare a piedi il deserto australiano, da Alice Springs all’Oceano Indiano, percorrendo oltre 2700 chilometri. Il progetto di Robyn Davidson è ambizioso e un po’ folle, soprattutto se si pensa che gli unici a farle compagnia sono quattro dromedari e un cane. Tratto da una storia vera, il film porta sul grande schermo gli incontri, le difficoltà e la forza di volontà di una giovane ragazza australiana che intraprende questo percorso in solitaria, affiancata solo a tratti dal fotografo Rick Smolan, che lavora per National Geographic e che vuole raccontare la sua storia al mondo.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal