14 novembre 2019
Aggiornato 08:00
Assicurazione viaggio

Assicurazione viaggio USA, quale scegliere e come trovare le coperture migliori

Per godersi nel migliore dei modi una vacanza negli Stati Uniti conviene sottoscrivere una polizza assicurativa adeguata e che garantisca una copertura ottimale

Assicurazione viaggio USA
Assicurazione viaggio USA Shutterstock

Per godersi nel migliore dei modi una vacanza negli Stati Uniti conviene sottoscrivere una polizza assicurativa adeguata e che garantisca una copertura ottimale per tutte le eventualità che si potrebbero verificare. Anche il più banale degli inconvenienti di carattere medico, in effetti, potrebbe rivelarsi molto dispendioso dal punto di vista economico e trasformare la trasferta americana in un vero e proprio salasso. Occorre chiedersi, allora, quale assicurazione viaggio USA scegliere e quali aspetti prendere in considerazione per trovare la polizza giusta.

La copertura delle spese mediche

Cercando su Google la frase «assicurazione viaggio USA quale scegliere» si può facilmente verificare quanto sia importante la necessità di optare per una polizza che copra tutte le spese mediche. Inoltre, è utile l'assistenza 24 ore su 24, che deve andare ad aggiungersi al pagamento delle spese che si dovessero eventualmente sostenere per il rientro sanitario in Italia o delle spese ospedaliere, chirurgiche e mediche. Sul mercato è possibile trovare una grande varietà di proposte, caratterizzate da formule diverse e con costi differenti, che cambiano anche in base alla durata del soggiorno in terra americana. Come è facile intuire, infatti, il premio che deve essere pagato è tanto più alto quanto più si prolunga il soggiorno.

Gli inconvenienti contro i quali è consigliabile proteggersi

Nel corso di un viaggio, tuttavia, non ci sono solo gli imprevisti medici o sanitari a rappresentare una minaccia: ecco perché pensando a quale assicurazione viaggio USA scegliere e come trovare la migliore bisogna tenere conto anche di altri aspetti. La lista delle garanzie dovrebbe comprendere, per esempio, il rimborso delle spese relative alla perdita o al furto dei bagagli, ma anche il rimborso per il prolungamento del soggiorno. Inoltre, è utile ricorrere alla protezione per il furto di apparecchi elettronici costosi, quali le fotocamere, i tablet e gli smartphone. Un ultimo fattore da tenere in considerazione è il rimborso per il ritardo aereo, a maggior ragione nel caso in cui per andare negli Usa siano previste delle coincidenze da rispettare.

E l'assicurazione auto?

Non è raro che durante un viaggio negli USA ci possa essere la necessità di prendere una macchina a noleggio, e di conseguenza si pone il problema di sottoscrivere una RC auto. Va detto, comunque, che in genere la stipula di una polizza assicurativa di questo tipo è già compresa nel contratto che si firma con la compagnia di noleggio auto. Già, ma come si fa a capire se si tratta di una copertura utile e conveniente? L'importante è che includa la garanzia LIS (acronimo di Liability Insurance Supplement) e la garanzia LDW (acronimo di Loss Damage Waiwer).

Le caratteristiche da ricercare in una polizza assicurativa

In linea di massima, per poter essere considerata vantaggiosa e capace di offrire una tutela completa, una polizza assicurativa stipulata in previsione di un viaggio negli Stati Uniti dovrebbe includere la consulenza medica al telefono (meglio accertarsi in anticipo che sia in lingua italiana) e il rientro sanitario in patria, così come il pagamento diretto di tutte le spese per l'ospedale, per le cure mediche e per gli interventi chirurgici. Il pagamento diretto presuppone che non sia il cliente a dover anticipare le somme dovute per poi attendere il rimborso, ma che si occupi di tutto la compagnia sin dal primo momento. Un vantaggio di non poco conto, specialmente se gli importi da saldare sono molto ingenti.

Come completare la propria copertura

Volendo integrare la propria copertura assicurativa per viaggiare ancora più tranquilli, si potrebbe pensare di scegliere l'indennizzo per il ritardo aereo e la traduzione della cartella clinica, con il supporto fornito al telefono da un interprete. Da valutare, poi, è la possibilità di richiedere l'assistenza e il pagamento delle spese mediche anche nel caso di atti di terrorismo, così come il risarcimento per i danni provocati ad altre persone in modo non volontario.