24 ottobre 2019
Aggiornato 06:00
Arredamento

Scale in acciaio: non per tutti?

Le scale in acciaio sono facili da adattare, da manutenere, da pulire. Sono sicure e pratiche. Essenziali, snelle, e belle.

Scale in acciaio
Scale in acciaio

Se sei un difensore dello stile ultra-contemporaneo e se il minimal design ti attira da sempre, sappi che, oggi, puoi permetterti di rifinire la tua casa seguendo questa tua indole estetica. Infatti, se stai ristrutturando un immobile, se la tua casa è ancora in costruzione o se, più semplicemente, hai pensato di rinnovare il tuo appartamento a due piani per adattarlo al sentire dei giorni nostri, puoi tranquillamente pensare ad una o più scale in acciaio.

Detta così, la cosa potrebbe suonare alquanto freddina o, tutt’al più, evocare l’immagine di una scala secondaria, poco curata e non per forza assortita al resto dell’arredamento e del riassetto interno. Qualcuno, poi, potrebbe associare le scale in acciaio al solo setting esterno di una ristrutturazione. Un giardino pensile, un vecchio granaio da recuperare senza troppo impegno dal punto di vista degli abbellimenti.

Non è detto che le cose debbano stare per forza in un modo o nell’altro.

In effetti, le scale in acciaio sono probabilmente le più facili da adattare, da manutenere, da pulire. Ed esse sono molto sicure, pratiche. Essenziali, snelle, senza fronzoli, si adeguano ad una pratica di utilizzo concreta, costante. Tuttavia, le scale in acciaio sono anche, oggi, decisamente belle. Rispondono ad una logica estetica che è potenziata dagli aspetti sopracitati legati alla facilità di installazione ed uso.

Nell’insieme, insomma, una scala in acciaio è oggi soprattutto un oggetto di arredo, oltre che una componente strutturale essenziale.

Scale in acciaio zincato: solo fuori?

Se una scala va bene all’esterno, ovviamente, all’interno non ha generalmente alcun problema, per quanto riguarda la durata, la sicurezza, la solidità. Naturalmente, fuori le condizioni climatiche, in inverno come in estate, la mettono a dura prova, possono renderla scivolosa, ed ecco perché una scala per esterni è estremamente curata ed ottima da utilizzare in moltissime circostanze. Questa cura della sicurezza, comunque, non affievolisce, oggi giorno, il dettaglio estetico. I produttori curano l’aspetto delle scale da esterni, tanto quanto «cullano» la progettazione delle scale da interni.

Se, quindi, non hai ancora immaginato come starebbe una scala a chiocciola prefabbricata in acciaio al centro della tua hall di ingresso o di una zona soggiorno, ti invitiamo a considerare seriamente questa ipotesi. Naturalmente, potrai avvalerti delle immagini di scale in acciaio collocate anche fuori. La capacità di trasporre con fantasie la posa di una scala del genere non ti mancherà di certo. Puoi anche aiutarti con le gallerie che oggi la rete mette a disposizione dei futuri acquirenti, a cura dei produttori e venditori di scale in acciaio.

Il fatto di arredare gli interni con elementi generalmente associati alla zona esterna di un’abitazione e magari anche simili a quelli presenti in aree pubbliche è piuttosto interessante dal punto vista dell’impregnazione nella vita corrente e nei riti sociali di adesso. La nostra vita, soprattutto in città, si svolge tramite un andirivieni tra il dentro ed il fuori, tra spazi privati e zone «franche» di cui appropriarci, per non sentirci estranei rispetto al nostro stesso tempo. Vedere degli elementi simili a casa e fuori, per i piccini come per gli adulti può costituire una vera e propria facilità transizionale. Insomma, può ridurre lo stress adattivo, nel caso dei più piccoli o delle persone anziane. Può fungere da surrogato domestico e affettivo per noi adulti che, lavorando, ci vediamo costretti in zone altre da quelle di nostra proprietà e popolate dai nostri cari.

Solo acciaio o mix di materie?

Naturalmente, chi prende in visione le diverse possibilità in materia di «scale in acciaio», rischia davvero di essere rapito da accoppiate mozzafiato: pensiamo al legno massello e ad un acciaio cromato o verniciato, da combinare abilmente tra gradini, alzate, corrimano e, ovviamente, struttura portante ed eventualmente asse centrale (per le sale a chiocciola).

I due materiali, insieme, forniscono infinite possibilità per emozionarsi già prima dell’acquisto ed aspettare con ansia la posa di una scala cosi fatta, sia essa prefabbricata e da montare in kit o l’opera di un artigiano fantasioso che ami lavorare assieme ferro e legno.

Il legno, certamente, dà l’impressione di riscaldare l’acciaio, ove questo sia percepito come freddo. D’altra parte, assicura l’adattamento stagionale che ogni buon interno deve possedere per durare a lungo e per rendere antropo-compatibili anche gli ambienti più minimalisti.

L’acciaio consentirà imprese non sempre assicurate: l’inserimento dei gradini direttamente in una parete portante, la messa in valore della componentistica tecnica, ove si intenda lasciarla a vista per esaltarla.

Esiste poi, per le scale in acciaio, all’interno come all’esterno, la possibilità di ricorrere ad ulteriore materiale, sfruttando le potenzialità estetiche e ultramoderne di un trittico di eccezione. Si tratta del vetro - a cui a volte, in giardino, viene tuttavia preferito il PVC. La ricerca, in tal caso, tende alla trasparenza di una ringhiera che non deve appesantire, che deve lasciar passare luce, verde, movimenti. Naturalmente, la manutenzione ordinaria di scale in acciaio, legno e vetro diventa più impegnativa. Le pulizie settimanali dovranno essere più minuziose, pena l’annichilimento della funzione prima di una simile realizzazione.

Insomma, in qualche modo, tutto si paga … ed anche il bello!

I prezzi sono comunque piuttosto variabili, quando si guarda alle scale in acciaio proposte dai venditori online e da quelli visitabili sul territorio. Tutto dipende dalla dimensione, dalla forma, dal numero dei gradini, dalla lunghezza e dalla fattezza del corrimano e dalla facilità nella consegna, nel montaggio e nella posa.