15 novembre 2019
Aggiornato 19:30
Fotografia

Ma quanto mi costa un fotografo per matrimonio?

C'è differenza tra un centinaio di foto ben stampate e un album con pagine raffinate e lavorate o foto ritoccate, personalizzate e accuratamente selezionate

Quali fattori tenere in considerazione nella ricerca di un fotografo per matrimonio
Quali fattori tenere in considerazione nella ricerca di un fotografo per matrimonio Shutterstock

Il matrimonio è per la maggior parte delle coppie il giorno più bello di tutta la vita e ci si sforza di farlo riuscire alla perfezione, preparandolo per mesi e, in alcuni casi, addirittura anni. Naturalmente le foto sono un aspetto fondamentale da tenere in considerazione, perché saranno lo strumento privilegiato per ricordare i bei momenti passati e raccontare la giornata agli assenti. Di conseguenza è necessario che l'album fotografico venga realizzato al meglio, tenendo conto di tanti piccoli particolari. Proprio questi dettagli fanno sì che il costo finale di un book fotografico possa variare parecchio, oscillando dalle poche centinaia alle diverse migliaia di euro, a seconda della qualità del lavoro richiesto. Alcuni chiedono decine di preventivi per valutare più offerte, ma sarebbe consigliabile selezionare poche scelte dopo un'attenta ricerca e concentrarsi meglio su di esse.

Quali fattori tenere in considerazione nella ricerca di un fotografo per matrimonio
Il primo aspetto
da valutare e ricercare è certamente la professionalità del fotografo. Un professionista, prima di avere già una buona fama, ha una partita IVA e rilascia una fattura regolare. Molti non ci pensano, ma non tutti i bravi fotografi sono capaci di realizzare un album fotografico: il fotografo deve essere in grado di mantenere la concentrazione per più di dieci ore, conoscere l'evento per capire quali momenti immortalare, quando e come intervenire per non disturbare la celebrazione o la festa.

C'è poi differenza tra un centinaio di foto ben stampate e un album con pagine raffinate e lavorate o foto ritoccate, personalizzate e accuratamente selezionate. Di conseguenza, bisogna decidere anticipatamente se richiedere al fotografo un servizio che includa anche la preparazione di un bell'album, naturalmente ad un costo maggiore.

A questo discorso si ricollegano la qualità delle stampe e la valutazione dell'album. Accanto alla classica stampa chimica, offerta dalla maggior parte dei fotografi, si sta affermando recentemente la stampa fine art; esistono diverse carte fine art, adatte al bianco e nero piuttosto che al colore, oppure realizzate con materiali o procedimenti particolari, comportando prezzi anche sensibilmente diversi. Per quanto riguarda invece gli album, i nostri nonni e genitori ci hanno fatto sfogliare svariate volte i classici album con i fogli di carta velina. Questi modelli sono ancora disponibili, ma ne sono stati pensati molti altri, più o meno originali, capaci di soddisfare le diverse esigenze del cliente: ci sono strutture in legno o plexiglas, con divisori particolari, forme inedite e dettagli tridimensionali. C'è solo l'imbarazzo della scelta e, proprio per questo, conviene forse ordinare l'album ad un'attività a parte, specializzata nella produzione di tali articoli.

Solitamente conviene richiedere un preventivo molto dettagliato, in cui siano riportati tutti gli extra e i servizi da pagare, in modo da non avere spiacevoli sorprese al momento del pagamento o alla sottoscrizione del contratto, che poi obbliga a saldare il conto proposto dal fotografo. Questo significa far aggiungere i costi di ingrandimenti, supplementi, stampe aggiuntive, servizi particolari utilizzati e quant'altro, laddove il fotografo non li avesse già inseriti autonomamente.

Da ultimo bisogna considerare il fotografo assunto. Grazie alla pubblicizzazione online dei servizi, si potrebbe pensare di richiedere uno specialista particolarmente affermato, che però viene da città distanti centinaia di chilometri. In questi casi si dovranno considerare i costi aggiuntivi della trasferta e la possibilità di pagare al fotografo un albergo per la sera prima del matrimonio o per il giorno stesso, visto che dopo un'intera giornata di lavoro probabilmente non riuscirà a mettersi in viaggio. Sarebbe bene dare istruzioni al catering, per assicurarsi che il fotografo possa avere qualcosa da mangiare durante il pranzo, la cena o entrambi.

Tra le varie città in Italia, prendiamo in esame Roma.

Quanto può costare un fotografo per matrimonio a Roma
I fotografi con uno studio a Roma o nelle immediate vicinanze sono moltissimi, quindi trovare uno specialista in grado di soddisfare le proprie esigenze non dovrebbe essere difficile. Per chi non ha idee, esistono siti specializzati, in cui è possibile effettuare ricerche rapide e leggere qualche recensione.
Tra i nomi più noti della zona spiccano: il fotografo Attilio Di Filippo, un fotografo altamente specializzato capace di curare il servizio nei minimi dettagli, conosciuto per l'offerta di servizi vari e di ottima qualità a prezzi davvero competitivi, con pacchetti differenziati tra cui scegliere; Claudio Carlitti, con una comprovata esperienza nei servizi video sia prematrimoniali che matrimoniali.
Il fotografo Attilio Di Filippo possiede inoltre un interessante Blog su matrimoni e fotografia. Tra i vari articoli consigliamo la lettura dell’articolo: «Quanto costa il servizio fotografico per matrimonio a Roma», con consigli pratici applicabili non solo su Roma.
Per quanto riguarda i costi, si è già spiegato che non è possibile offrire una stima certa, tuttavia con circa 500 euro si dovrebbe riuscire ad avere un servizio fotografico di qualità, senza l'aggiunta di extra particolari. Difficilmente si troveranno specialisti in grado di offrire servizi soddisfacenti a costi minori. Un consiglio in generale è provare a mettere in conto una spesa intorno ai 1000 euro per il servizio fotografico. Le foto saranno il ricordo principale della giornata, quindi vale la pena spendere qualcosa in più e pretendere che siano perfette.