27 giugno 2017
Aggiornato 22:30
Fitness

Maniaca del fitness? Rischi depressione e ansia

Mantenersi in forma va bene, così come fare regolare attività fisica. Ma se si esagera, il rischio è di fare danni alla salute, anziché del bene. Uno studio mostra che i maniaci del fitness possono sviluppare ansia e depressione

Fitness, le persone maniache rischiano ansia e depressione
Fitness, le persone maniache rischiano ansia e depressione (Paul-Moore | photoxpress.com)

Maniaca del fitness o dell’esercizio fisico? Ti dedichi tutti i giorni, o quasi, a svolgere attività ginniche o di corsa come lo jogging? Bene. O forse male, dato che secondo uno studio si rischia di soffrire di disturbi psichiatrici come ansia, depressione, disturbi da iperattività e deficit dell’attenzione (ADHD), disturbo ossessivo-compulsivo (OCD) e varie manie.

Cosa c’è dietro
I ricercatori dell’Università di Bergen (UIB) in Norvegia hanno scoperto che dietro al quasi maniacale bisogno di fare fitness ci possano essere disagi o problemi psicologici o emotivi più profondi. Tra i diversi, vi possono essere pensieri ossessivi che portano a comportamenti ripetitivi. «I maniaci dell’esercizio hanno ottenuto punteggi superiori su tutti i sintomi psichiatrici rispetto ai non-maniaci del fitness», ha spiegato la dott.ssa Cecilie Schou Andreassen, psicologo clinico specialista all’UIB.

Come lo si è scoperto
Per questo studio, pubblicato su PLoS One, i ricercatori hanno reclutato un gruppo di 16.426 adulti che praticavano regolare e costante attività fisica o meno. Dai risultati dei test si è scoperto che il 32,7% dei ‘maniaci’ del fitness soddisfaceva i criteri per l’ADHD, a differenza del 12,7% dei non maniaci. Allo stesso modo, il 25,6% dei maniaci rientrava nei parametri dell’OCD, a differnza del solo 8,7% dei non maniaci. Per quanto riguarda il disturbo d’ansia, ne era interessato il 33,8% dei maniaci, contro l’11,9% dei non maniaci del fitness. Infine, l’8,9% dei maniaci era a rischio depressione, a differenza del 2,6% dei non maniaci. In sostanza, le differenze erano significative. Secondo i ricercatori, i risultati dello studio evidenziano l’importanza di indagare ulteriormente sulle deviazioni neurobiologiche legate al comportamento maniacale legato all’esercizio fisico.