22 agosto 2019
Aggiornato 23:30
Salute donna

Donne asmatiche: potrebbero non diventare mai mamme

Le donne affetta da asma dovrebbero concepire un bambino in età precoce per ridurre il rischio di infertilità

REGNO UNITO - Oltre il danno, anche la beffa. Secondo un recente studio condotto da scienziati inglesi, infatti, le donne asmatiche oltre a correre rischi più seri degli uomini potrebbero non avere mai la gioia di diventare mamme. Ecco i risultati della ricerca condotta dagli scienziati del Nurture IVF Centre.

Concepimento difficoltoso
Il team di ricercatori inglesi ha messo in evidenza come le donne che soffrono di asma potrebbero avere molta più difficoltà a concepire, rispetto alle donne sane. Il rischio potrebbe essere leggermente ridotto solo nel caso in cui la donna cercasse di mettere al mondo un bambino in età giovane. Con il passare del tempo, infatti, si hanno sempre meno possibilità di mettere al mondo una nuova creatura.

Rapporti invertiti
Se da un lato le persone di sesso maschile hanno almeno il doppio delle probabilità di soffrire di asma rispetto alle ragazze, dall’altro il rapporto sembra invertirsi quando le donne crescono. Il motivo sembra essere direttamente collegato al livello di ormoni. Non a caso l’universo femminile pare avere attacchi di asma di entità abbastanza grave durante la pubertà per arrivare al picco massimo in menopausa. In questa fase della vita gli uomini hanno la metà della probabilità di sviluppare attacchi di asma rispetto alle donne.

Il pericolo è in casa propria
«Le donne devono stare molto attente alle trigger [cause scatenanti, Nda] dell’asma come l’uso di combustibili da biomassa usati in cucina, il fumo passivo, il fumo, il consumo di alcol e di altri fattori ambientali insieme alla fluttuazione di ormoni – spiega il dottor Randeep Guleria, Capo del Dipartimento, di Pneumologia e disturbi del sonno presso AIIMS – Per complicare ulteriormente il problema, l’asma nelle donne è una condizione molto stigmatizzata. Le donne con l’asma sono viste come persone con la salute compromessa per tutta la vita. Ma le donne asmatiche possono anche avere una gravidanza e avere un parto normale».

La terapia inalatoria è la scelta d’elezione
Guleria ritiene che la terapia inalatoria sia la forma preferita in tutto il mondo. «Questa terapia è così sicura e facile da usare per le madri in attesa e le donne che allattano. È importante notare che l’asma non è una malattia trasmessa. Al contrario della terapia orale, gli inalatori sono altamente efficaci, sicuri e convenienti non solo per le donne, ma per ogni paziente asmatico», conclude il ricercatore.