9 dicembre 2019
Aggiornato 22:30
Menù di Pasqua

La tradizione Romana per la colazione di Pasqua

Trattasi di un vero e proprio moderno brunch, con i simboli della festa religiosa come le uova a caratterizzare un'abitudine che accomuna anche altre regioni del centro Italia.

ROMA - Sarà una sorpresa per chi non conosce questa usanza ritrovarsi per la colazione la tavola imbandita di piatti inconsueti per il primo pasto della giornata, e vi capiterà soprattutto se siete ospiti di qualche famiglia romana di vecchia generazione. Per allestire come si deve la tavola per questa importante occasione, alla quale spesso viene data più importanza che al pranzo pasquale, bisogna apparecchiare come per un pasto normale, quindi con tutte le posate, piatti e bicchieri, e non come per una normale colazione.

Salame Corallina
Salame Corallina ()

DOLCE E SALATO - Si comincia con la pizza sbattuta, una sorta di pan di Spagna per la parte dolce della colazione, che di solito si mangia insieme alle uova di cioccolato.  La colazione pasquale è tra l’altro una buona occasione per far scartare le uova ai bambini che così potranno scoprire la sorpresa.

La parte salata è molto ricca, con piatti che è strano immaginare di mangiare la mattina presto. Ogni famiglia ha le proprie tradizioni, per esempio solo in alcune case troverete la fritta con carciofi che però sono un ingrediente fondamentale di un piatto d’obbligo per questo pasto : la coratella con i carciofi, apprezzati dai romani anche in mattinata. Altre varie torte salate possono trovare spazio su questa ricca tavola, così come le uova sode, la corallina e la pizza di Pasqua. A questo punto andare a pranzo può sembrare superfluo, ma si sa, quando è festa è festa e le calorie non si contano con il pallottoliere.

Coratella con carciofi
Coratella con carciofi ()