Pasqua 2017

A Pasqua casatiello e pastiera sono ancora il re e la regna della tavola

A Napoli per scoprire i segreti dei piatti tradizionali. Lo sapevate che la pastiera secondo la leggenda è nata grazie alla sirena Partenope?

MILANO - Pasqua è uno dei periodi in cui la tradizione culinaria trionfa sulle tavole degli italiani, da Nord a Sud. A Napoli il re e la regina delle feste pasquali sono il casatiello e la pastiera; fra le strade della città, mentre si completa la spesa per il pranzo di Pasqua, si possono cogliere i segreti per cucinare un casatiello o una pastiera perfetta, fra qualche scrupolo, ma non troppi, per la linea.

A Napoli non è Pasqua senza casatiello e pastiera
«Il casatiello va fatto con strutto, pepe, formaggio, serve una doppia crescita, mettere gli insaccati d'ottima scelta, una passatina di sugna sopra, metterlo nel forno e poi te lo mangi...e che ti mangiPer la pastiera serve una buona pastafrolla fatta in casa, acqua di millefiori...Sono tutti e due buoni solamente che fanno ingrassare, comunque una volta all'anno si può anche fare uno strappo». D'altronde come dire no a un dolce come la pastiera che secondo la leggenda è nato grazie alla sirena Partenope che trasformò in un delizioso dolce i doni portati dai napoletani per ringraziarla della sua splendida voce.