30 novembre 2020
Aggiornato 21:00
Domani a Francoforte si presenta agli operatori tedeschi e internazionali

«Operazione internazionalizzazione» per Cremona Pianoforte

La prossima tappa del piano strategico di Cremona Fiere per concretizzare i suoi obiettivi di internazionalizzazione è dedicata a Cremona Pianoforte. Dopo il successo della prima edizione, ora si punta a portare a Cremona operatori da tutto il mondo

CREMONA - Mettere a disposizione del variegato mondo del pianoforte uno strumento di lavoro di livello mondiale è oggi una delle priorità di CremonaFiere, che sta investendo molte energie nel suo fitto programma di internazionalizzazione.
Dopo la missione di Parigi, che ha prodotto ottimi risultati in termini di contatti qualificati con gli operatori francesi, domani Cremona Pianoforte si presenterà in Germania. L’occasione è ghiotta, perché a Francoforte in questi giorni è in corso Musikmesse, una delle maggiori manifestazioni fieristiche internazionali dedicate a tutto l’universo che ruota interno alla musica.
CremonaFiere ha colto la palla al balzo, ed ha organizzato per giovedì 22 marzo una «Italienische Abend», vale a dire una serata a tema italiano durante la quale verrà presentata l’edizione 2012 di Cremona Pianoforte, in programma dal 28 al 30 settembre.

L’interesse da parte da parte degli operatori professionali è altissimo; sono già oltre 60 le prenotazioni raccolte da CremonaFiere per essere presenti all’evento, e il pubblico è decisamente selezionato: costruttori di pianoforti, dealer, accordatori e giornalisti internazionali.
Un’occasione importante per presentare un’edizione che si preannuncia già ricca di contenuti sia dal punto di vista dell’offerta espositiva, sia sotto l’aspetto artistico e culturale, con numerosi appuntamenti di caratura internazionale già fissati.
Tra questi, la presenza di importanti Scuole Pianistiche Europee e di un teatro ospite (nel 2012 sarà il San Carlo di Napoli), i concerti dei vincitori del Premio delle Arti, la Conferenza dei Direttori dei Conservatori, il IV Convegno Internazionale sulla Didattica Musicale, un incontro con lo storico dell’arte Philippe Daverio, il Primo Concorso Internazionale per il Design del Pianoforte, e molto altro ancora, per una tre giorni in cui il piano sarà assoluto protagonista (per scaricare il programma competo è possibile visitare www.cremonapianoforte.it).
Un programma che assume ancora più valore grazie all’importante contributo scientifico e artistico di personaggi come Luciana Savignano, Michele Campanella, Michele Pertusi, Alessandro Quasimodo, Bruno Civello, e di istituzioni di primo piano come il Ministero dell’Istruzione, AIARP (Associazione Italiana Accordatori e Riparatori di Pianoforti), Accademia della Scala, e Sistema dei Cori e delle Orchestre Giovanili Italiane.
La presentazione di Cremona Pianoforte di domani, a cui sarà presente lo staff di CremonaFiere guidato dal direttore generale Massimo Bianchedi, si svolgerà a partire dalle 19.30 presso Villa Leonhardi, in Zeppelinallee 18 a Francoforte.