12 dicembre 2019
Aggiornato 23:00
Wrc | Rally di Portogallo

In Portogallo il Mondiale Rally resta sulla terra

Il sesto appuntamento della stagione è anche il secondo consecutivo su sterrato: si parte oggi con la Superspeciale di Lousada, domenica il dosso di Fafe

LOUSADA – Il Rally di Portogallo è il sesto appuntamento della stagione Wrc 2018 e secondo consecutivo su sterrato. Suddiviso in 20 prove speciali per un totale di 358 chilometri da percorrere seguendo un itinerario molto simile a quello dell’edizione 2017, il programma del rally lusitano comprende anche l’entusiasmante Superspeciale di domenica mattina e il celebre dosso di Fafe che contribuiscono a rendere l’atmosfera elettrizzante e il finale mozzafiato. L’inizio è fissato per giovedì 17 maggio con la Superspeciale d’apertura di 3,36 km a Lousada; sabato è il giorno in cui si percorrerà la distanza più lunga: 154 km tra le speciali di Vieira di Minho, Cabeceiras de Basto e Amarante; durante la giornata di domenica si correrà la storica speciale di Fafe, che include un salto spettacolare di fronte ai numerosi fan.

Hyundai sulla cresta dell'onda
In testa alla classifica costruttori, e forte di un vantaggio di 15 punti sul team M-Sport, la Hyundai ha l’obiettivo di continuare l’ottimo inizio di stagione puntando al podio. «Il rally di Portogallo si presenta per noi come l’appuntamento più impegnativo della stagione per quanto riguarda le operazioni di auto e team. Avere quattro vetture in gara richiederà la massima concentrazione e precisione per puntare a un altro ottimo risultato di squadra», commenta il team principal Michel Nandan.