29 marzo 2020
Aggiornato 14:30
MotoGP | Gran Premio di Aragona

Beltramo: Valentino Rossi e il titolo, perché non provarci?

Oggi ha ottenuto ufficialmente il via libera dai medici per correre la gara di questo weekend. Per ora il Dottore ha dimostrato di avere ancora la sua voglia da ragazzino di non mollare e godersi il bello delle corse. Ma anche per il Mondiale, in fondo, resta matematicamente in gioco: non è finita

MILANO – La prima notizia per il Gran Premio di Aragona è positiva per i nostri colori: «Valentino Rossi è stato dichiarato 'fit', che vuol dire abile e arruolato, dalla visita 'fiscale' alla quale doveva essere sottoposto – racconta il nostro Paolo Beltramo – È arrivato oggi, intorno alle 14:30, con una sola stampella, camminando abbastanza agevolmente. Alle 17 ci sarà la conferenza stampa, la prima occasione per ascoltarlo dopo l'incidente. Insomma, domani mattina Valentino sale in moto e prova, poi deciderà lui, sulla base del dolore che sentirà o meno, se andare avanti o se lasciar correre per la prima volta in MotoGP Michael van der Mark, l'olandese che corre con la Yamaha Superbike e che lo scorso weekend a Portimao ha ottenuto il primo podio della sua carriera. Forse si era gasato da matti per avere avuto l'opportunità di provare una moto della classe regina, ma Vale giustamente non gliela vuole far provare...».

Può succedere di tutto
Un rientro lampo che dimostra la sua fame di corse e, perché no, anche la sua voglia di provarci fino alla fine a conquistare il decimo titolo: «La cosa più incredibile, secondo me, resta il fatto che lo faccia a 38 anni, dopo ventidue di Mondiale, trenta di carriera, nove titoli, 115 vittorie, più di 360 Gran Premi corsi. Che abbia ancora quella voglia da ragazzino di non mollare, di godersi il bello di andare a correre. In palio c'è anche il Mondiale: Andrea Dovizioso e Marc Marquez sono pari a 199 punti, Maverick Vinales è staccato di sedici, Vale di 42. Provarci male non fa, sicuramente se stava a casa non poteva approfittare delle eventuali occasioni. Marquez ha detto che per Rossi è finita: probabilmente è anche vero che per quest'anno non se la potrà più giocare. Ma, come avrebbe detto Boskov, 'gara finisce quando bandiera a scacchi cala'...».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal