26 settembre 2022
Aggiornato 21:30
Intervista esclusiva per il Diario Motori

Beltramo intervista Guidotti: «Con Valentino Rossi davanti, per gli altri č dura»

Anche il team principal della Pramac č sorpreso del primato del Dottore: «Chissą se riusciranno a scalzarlo: abbiamo visto che nel 2015 ci volle tutto quel casino... In lui ho la massima fiducia, del resto parlano i risultati»

JEREZ DE LA FRONTERA – Tra i tanti osservatori e addetti ai lavori sbalorditi dal fatto che Valentino Rossi sia in testa al Mondiale, dopo tre Gran Premi di una stagione cominciata apparentemente in salita, c'è anche il team principal della Pramac, Francesco Guidotti: «Lui è imprevedibile, non ce n'è un altro uguale – commenta ai microfoni del nostro Paolo Beltramo – Già essere venuto via dalle prime tre trasferte in testa alla classifica è una bella sorpresa, anche per lui stesso. E, lo si è visto nel 2015, quando sta davanti per tirarlo via ci è voluto tutto quel casino... Sarà interessante vedere chi ce la fa, se ce la fanno».

Sorpresa per sorpresa, se la prima vittoria dell'anno la portasse a casa proprio qui nel Gran Premio di Spagna, dove trionfò anche dodici mesi fa? «Può far tutto, se vincesse non mi meraviglierei affatto. Piena fiducia, parlano i risultati. Chiaro che gli avversari sono belli tosti, ma lui è sempre lì e non vedo perché non ci possa essere anche domenica». Il segreto della sua longevità agonistica è un mistero che interroga tutto il paddock della MotoGP, ma anche Guidotti prova a dare la sua interpretazione: «La pressione, invece di togliergli forza, gliela dà, la sfrutta come energia positiva. La stessa che assimila anche allenandosi con i ragazzi. Ma ce l'ha solo lui la risposta a questa domanda».