7 aprile 2020
Aggiornato 08:00
Coppa del mondo di sci

Federica Brignone seconda nel superG di La Thuile a 1 centesimo da Ortlieb

E’ comunque un risultato importantissimo per la generale in cui non solo conferma la leadership ma allunga sulle rivali: «Mi tremavano le gambe, peccato quel centesimo»

Federica Brignone seconda nel superG di La Thuile
Federica Brignone seconda nel superG di La Thuile ANSA

LA THUILE - Nina Ortlieb, austriaca figlia d'arte, decide di far segnare la propria prima vittoria in Coppa del mondo proprio nel superG di La Thuile, che conferma lo stato di forma della biancorossa, reduce dal terzo posto nella discesa di Crans Montana lo scorso fine settimana. Ma non frena la corsa di Federica Brignone in testa alla classifica generale e autrice di una stagione superlativa. Oggi la 29enne Carabiniera di La Salle è seconda, mettendo in carniere il podio numero 39 della carriera, ad un solo centesimo dalla Ortlieb, ma davanti alla leader di disciplina Corinne Suter, alla quale Brignone recupera altri 20 punti.

Brignone ha lasciato la vittoria all'imbocco del piano centrale della «3-Franco Berthod», dove le si sono aperti per un momento gli sci, facendole perdere velocità. Ma poco male, i tifosi arrivati fino a La Thuile per sostenere l'azzurra attenderanno la combinata di domani per un pronto riscatto. Brava Petra Vhlova, apparsa molto combattiva, e con il numero 16 capace di infilarsi in quarta posizione a 39 centesimi. Vhlova però perde altri punti per la generale e ora è a quota 1189, contro i 1378 di Brignone. C'è poi ancora tanta Italia nelle parti alte della classifica grazie ad una efficace Marta Bassino, quinta a 51 centesimi da Ortlieb, seguita al settimo posto da Elena Curtoni a 78 centesimi.

Brignone: «Mi tremavano le gambe, peccato quel centesimo»

«Ero molto tesa in partenza, ho provato subito ad aggredire e a fare il massimo nella parte iniziale del tracciato. Purtroppo all'ingresso del piano ho voluto calcare troppo, la neve era molle ed ho perso velocità». Federica Brignone prova a spiegare così quel centesimo che le ha negato l'oro nel Super G di LaThuile.

«Con la neve ghiacciata avrei potuto fare veramente la differenza - continua -. In generale hanno fatto un gran lavoro gli organizzatori, per me questa resta la pista più bella della Cdm. Mi dispiace per questo secondo posto perchè ci tenevo a fare ancora meglio sulla pista di casa. Le gambe mi tremavano molto, anche di più rispetto al Sestriere: arrivare al traguardo è stata una liberazione. L'adredalina era forte, lo stress si è fatto sentire e questa notte ho faticato a dormire. Quel centesimo dalla Ortileb brucia molto: è la seconda volta in stagione che per un soffio non riesco a vincere nel superG. L'importante è dare il massimo ed in questo caso c'è un piccolo rammarico perchè sono consapevole di aver fatto un piccolo errore. Nel complesso sono contenta poichè avrei potuto vincere. Domani è un altro giorno e mi auguro di poter fare ancora meglio: attaccherò sin da subito per fare la differenza. Sarà una grande festa».

Domenica l'appuntamento con la combinata alpina è per le 11.15 e per le 14.15 con superG e slalom.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal