7 dicembre 2019
Aggiornato 00:30
Coppa del Mondo di sci

Trionfo azzurro nel gigante femminile di Killington. Prima Bassino, seconda Brignone

Chiude il podio la statunitense idolo di casa Mikaela Shiffrin, a 29 centesimi da Bassino. Ottima prova anche di Sofia Goggia che termina undicesima. Paris secondo in discesa a Lake Louise

Marta Bassino ottiene la sua prima vittoria in carriera
Marta Bassino ottiene la sua prima vittoria in carriera ANSA

KILLINGTON - A Killington è grande Italia nel Gigante femminile. Marta Bassino ottiene la sua prima vittoria in carriera, chiudendo a 1:38.19 e terminando davanti alla connazionale Federica Brignone di 26 centesimi. Chiude il podio la statunitense idolo di casa Mikaela Shiffrin, a 29 centesimi da Bassino. Ottima prova anche di Sofia Goggia che termina undicesima, a 14 centesimi dalla top ten.

Bassino: «Finalmente ho centrato due manche»

Nella località del Vermont si materializza il capolavoro più bello di Marta, che costruisce la vittoria su una prima manche straordinaria. Gara vicina alla perfezione e tempo di 49.05; campionesse come Vlhova, Gisin, Shiffrin e Worley si devono accontentare delle briciole. «Sono felicissima ed eccitata - racconta a caldo l'azzurra - Finalmente ho centrato due manche. Al cancelletto stavo bene, ho pensato solo a focalizzarmi su me stessa, sullo sciare come so. Poi ho visto il verde e ho realizzato. Wow!».

Paris secondo in discesa a Lake Louise

L'azzurro Dominik Paris ha conquistato il secondo posto nella discesa libera di coppa del mondo di Lake Louise, beffato per due centesimi dal tedesco Thomas Dressen, 26 anni e terzo successo in carriera, al rientro dopo un infortunio di un anno fa. Dressen ha chiuso con il tempo di 1.46.81, Paris in 1.46.83, ritardo minimo sui 3.123 metri della pista Men's Olympic, in una giornata di sole con 20 gradi sotto zero. Terzi ex aequo in 1.47.07 gli svizzeri Carlo Janka e Beat Feuz. Per l'Italia, fuori per un errore Matteo Casse, ci sono poi Emanuele Buzzi in 1.48.44 ed al momento 16/o, mentre Peter Fill, al rientro dopo lunghi mesi di pausa per infortunio, e' finito indietro in 1.48.85 Domani supergigante con Dominik Paris che è campione mondiale in carica.