17 ottobre 2019
Aggiornato 17:30

Gresini Racing, il sole non brilla per il Team Kömmerling a Jerez

Gabriel Rodrigo non è riuscito a trasformare il buon lavoro messo a referto durante il fine settimana in gara, dove una caduta nell’ultima curva del primo giro lo hanno costretto al primo zero della stagione

Gabriel Rodrigo
Gabriel Rodrigo ANSA

JEREZ - Giornata da dimenticare per ilTeam Kómmerling Gresini Moto3 che lascia l’Andalusia senza punti e con qualche rimpianto di troppo. Poteva essere la giornata di Gabriel Rodrigo, ieri recordman della pista (fp3) e autore di una qualifica positiva, l’argentino non è riuscito a trasformare il buon lavoro messo a referto durante il fine settimana in gara, dove una caduta nell’ultima curva del primo giro lo hanno costretto al primo zero della stagione.

Complice un primo giro molto nervoso che lo ha visto partire male e poi toccarsi con un paio di piloti, il numero 19 ha perso l’anteriore entrando troppo chiuso alla curva 13 (la ultima prima della linea del traguardo). Fortune simili per il compagno di squadra Riccardo Rossi che ha sì terminato la gara in 21º posizione, ma con una penalità di «Long lap» scontata per ben due volte. Una buona manciata di secondi persi per il giovane italiano che in caso contrario avrebbe certamente lottato con Perez e Nepa per la 19ª posizione.

Tutto azzerato con la consapevolezza che non sarà necessario attendere Le Mans per tornare in pista con i test Moto3 di Aragon previsti per le giornate di martedì 7 e mercoledì 8.

RIT - GABRI RODRIGO #19

«Sono molto deluso perché sapevamo di poter fare una gran gara. Ho commesso un errore che non ha senso, un errore che avrei potuto fare all’ultimo giro, ma non al primo… Se vogliamo stare davanti in campionato devo apprendere da questo errore e non commetterlo più. Non so perché ero così stressato durante il primo giro: sono partito male, mi sono toccato un paio di volte con altri piloti, ma dobbiamo necessariamente guardare al lato positivo. Eravamo veloci, avevamo ritmo e a Le Mans proveremo a dimostrarlo».

21º - RICCARDO ROSSI #54

«Siamo partiti con la gomma morbida e all’inizio siamo andati bene. Ho faticato a passare un pilota davanti a me, ma nel provarci sono andato un paio di volte sul verde. Mi è arrivato il warning e sono entrato a fare il long lap… Errore mio che ho poi pagato caro quando è arrivata la vera penalità…Negli ultimi giri ho fatto anche fatica per un problema al piede sinistro e le gomme erano praticamente distrutte. Ora pensiamo ai test, abbiamo bisogno di chilometri ed esperienza».