22 maggio 2019
Aggiornato 17:00

Milan: tutte le soluzioni per il nuovo attaccante esterno

Dirigenza già al lavoro per rinforzare la zona laterale d’attacco in vista della prossima stagione

Gerard Deulofeu, oggi al Watford, ha già giocato nel Milan da gennaio a maggio 2017
Gerard Deulofeu, oggi al Watford, ha già giocato nel Milan da gennaio a maggio 2017 ( ANSA )

MILANO - In attesa di conoscere i verdetti del campo e sapere se la squadra di Gattuso giocherà in Coppa dei Campioni o in Uefa, e in attesa di conoscere le sanzioni che da Nyon potrebbero infliggere per il mancato rispetto dei parametri del Fair Play Finanziario, il Milan lavora già in vista della prossima stagione quando qualche rinforzo potrebbe potenziare l’organico rossonero con conseguente innalzamento del livello di competitività della formazione milanese. Detto che qualcosa verrà fatto sicuramente a centrocampo, Paolo Maldini e Leonardo sono già al lavoro per reperire almeno un altro attaccante esterno, nonostante sia ancora poco chiaro il modulo tattico utilizzato il prossimo anno e nonostante le posizioni di calciatori come Calhanoglu e Suso siano tutt’altro che definite. Ma sul taccuino dei dirigenti milanisti ci sono al vaglio già diversi nomi che potrebbero fare al caso del club.

Lista

Il primo, almeno in ordine di tempo, è quello di Saint-Maximin, esterno del Nizza che piace al Milan da almeno un anno e che è stato vicinissimo ai rossoneri anche a gennaio. Fortissima la candidatura del brasiliano Everton Soares, in forza al Gremio, classe 1996, particolarmente sponsorizzato da Leonardo che vorrebbe aggiungerlo al suo personale elenco di giocatori carioca di successo a Milanello (Kakà, Pato, Thiago Silva e per ultimo Paquetà) e col quale il club milanista appare in netto vantaggio sul Manchester City.

Ritorna Deulofeu?

Più defilata, ma non per questo da scartare, l’ipotesi legata al ritorno di Gerard Deulofeu che manda di continuo messaggi ai rossoneri e che lascerebbe volentieri il Watford; contro lo spagnolo c’è la questione economica, in quanto la sua valutazione è ritenuta elevata dal Milan. Dalla Francia avanza poi la candidatura di Thauvin dell’Olympique Marsiglia, in rotta con la società transalpina, voce che ha riscontrato però poche conferme dall’Italia. Suggestiva e costosissima, infine, la designazione di Federico Chiesa che piace al club rossonero e a mezza Italia, ma che la Fiorentina quota non meno di 75 milioni di euro. Troppi, al momento.