24 maggio 2019
Aggiornato 15:04

Un punto per Rodrigo a Losail, Rossi completa la sua prima gara mondiale

Si conclude senza gloria il primo GP della stagione per il Team Kömmerling Gresini Moto3 che in Qatar non va oltre la quindicesima posizione di Gabriel Rodrigo e la ventiduesima di Riccardo Rossi

Un punto per Rodrigo a Losail, Rossi completa la sua prima gara mondiale
Un punto per Rodrigo a Losail, Rossi completa la sua prima gara mondiale ( Gresini Racing )

LOSAIL - Si conclude senza gloria il primo Gran Premio della stagione per ilTeam Kömmerling Gresini Moto3 che in Qatar non va oltre la quindicesima posizione di Gabriel Rodrigo e la ventiduesima di Riccardo Rossi.

Gara difficile per l’argentino che parte prudente perdendo qualche posizione nelle prime curve, ma  giro dopo giro recupera e si piazza nella lotta per la zona punti. Un tocco con un altro pilota a 14 tornate dal termine condiziona senza dubbio la gara di Rodrigo che scende fino alla 17ª piazza salvo poi trovare il 15º posto negli ultimi attimi del #QatarGP.

Un punto che forse lascia un po’ di amaro in bocca, ma rimane un passo importante nella stagione del numero 19, che arriverà in Argentina in migliori condizioni fisiche e con un po’ di esperienza in più sulla sua Honda NSF250RW.

Riccardo Rossi corre una buona gara, la prima di sempre per lui nel Campionato del Mondo Moto3, e solo al fotofinish si arrende alla 22ª piazza mentre si giocava con altri tre piloti il 19º posto assoluto a Losail.

Una prima gara comunque positiva viste le premesse per il Team Kömmerling Gresini Moto3 che ora avrà due settimane per recuperare energie (Rodrigo in particolare) prima del secondo GP della stagione di scena a Termas de Rio Hondo in Argentina (29-30-31 marzo).

15º - GABRI RODRIGO #19

«È stato un fine settimana complicato, nel quale non ho potuto guidare come avrei voluto. Ho faticato di più con le braccia a causa dell’operazione. Per questo ho girato meno nelle libere e forse ho perso un po’ di ritmo di gara, che invece nei test era ottimo. Detto tutto questo era importantissimo finire la gara, conoscere meglio la mia moto e arrivare in Argentina mentalmente pronto e fisicamente decisamente più preparato che qui».

22º - RICCARDO ROSSI #54

«Gara dura e devo ammettere che ero molto emozionato. Sono partito bene, ho recuperato qualche posizione ai blocchi di partenza e nei primi giri. Da lì sono stato tutta la gara con Oncu e altri 3 piloti. Mi sono messo in scia nell’ultimo giro per provare a passarli tutti ma l’arrivo di Masaki ha cambiato un po’ i miei piani. Ovviamente vogliamo di più, ma è un inizio importante».