16 gennaio 2019
Aggiornato 16:30

Ibrahimovic-Milan: altro indizio

La trattativa per riportare a Milano lo svedese prosegue sottotraccia, nonostante non tutto sia così scontato come sembra

Zlatan Ibrahimovic, centravanti dei Los Angeles Galaxy
Zlatan Ibrahimovic, centravanti dei Los Angeles Galaxy ANSA

MILANO - Zlatan Ibrahimovic e il Milan continuano a mandarsi messaggi, occhiatine, sorrisi, simboli di un amore che non si è certo fermato a luglio del 2012 quando lo svedese fu costretto a lasciare i rossoneri a causa della volontà di Silvio Berlusconi di smantellare tutto ciò che aveva creato in 25 anni di presidenza. Si sa che l'ormai 37 enne scandinavo sia stufo di rimanere ai Los Angeles Galaxy, scelti dopo la chiusura dell'esperienza al Manchester United; Ibrahimovic voleva provare l'avventura americana, affascinato dal paese, convinto di essere accolto come una star, come una celebrità di Hollywood. E così è stato, ma il campionato statunitense è tutt'altra cosa rispetto all'Europa: meno competitivo, meno allettante, troppo basso il livello a stelle e strisce per un campione come lui, certamente sul viale del tramonto ma ancora in grado di fare la differenza in più di una partita importante.

AFFARE - La trattativa fra Ibrahimovic e il Milan va avanti a fari spenti, nessuno la vuole illuminare, i protagonisti preferiscono depistare, ma qualcosa esiste davvero. Il centravanti svedese sarebbe felice di tornare in rossonero, ha voglia di chiudere quel cerchio che per volontà altrui ha lasciato mezzo aperto, ha voglia di accontentare la moglie che ama Milano fin dai tempi interisti del marito, ha voglia di dimostrare di potersi prendere ancora la scena in Italia e vorrebbe farlo nella squadra a cui più si è attaccato in carriera.

RAIOLA - Qualche giorno fa Mino Raiola ha incontrato la dirigenza del Milan, ufficialmente per fare il punto della situazione sul rinnovo di contratto di Bonaventura, in realtà qualche battuta su Ibrahimovic ci è scappata, il procuratore dello svedese ha detto che la scelta verrà fatta entro inizio dicembre e il Milan è realmente l'opzione più probabile per l'attaccante scandinavo che proprio qualche ora fa ha scartato seccamente l'ipotesi di un suo possibile ritorno al Manchester United: «Non fa parte del mio disegno», ha detto Ibrahimovic, che invece nella testa ha ben vivi i ricordi rossoneri che presto potrebbero tornare attuali, con San Siro pronto a riabbracciare il suo vecchio beniamino.