22 ottobre 2018
Aggiornato 07:30

#ThaiGP: sabato in salita per il Team Del Conca Gresini

Per la terza volta su quindici appuntamenti in questa stagione infatti, non vedremo nessun alfiere biancoblu partire dalla prima fila della classe Moto3
Fabio Di Giannantonio
Fabio Di Giannantonio (Gresini Racing)

Non è stato il classico sabato di moto per il Team Del Conca Gresini Moto3, abituato ad altri risultati in qualifica. Per la terza volta su quindici appuntamenti in questa stagione infatti, non vedremo nessun alfiere biancoblu partire dalla prima fila della classe Moto3.

Dato sorprendente perché da una parte Fabio Di Giannantonio era stato il grande protagonista delle libere con il miglior tempo nella combinata (1’42.440), crono che per altro gli avrebbe permesso di partire dalla seconda piazza domani, dall’altra Jorge Martin, senza un contrattempo fisico al braccio sarebbe stato sicuramente della partita.

Lo spagnolo in particolare ha sofferto l’infiammazione di un tendine del braccio sinistro che gli ha impedito di fatto di aprire la mano nelle sessioni di oggi. Questione di ore o giorni perché l’infiammazione rientri, con la speranza che domani alle 6:00 ora italiana sia già al 100% per affrontare il #ThaiGP.

9º - FABIO DI GIANNANTONIO #21 - «Stamattina benissimo, eravamo velocissimi ma purtroppo in qualifica non ho trovato nemmeno una scia e qui era fondamentale. Partiamo solo in nona posizione, ma devo dire che siamo sul pezzo. Possiamo divertirci domani e puntare ad un bel risultato».

13º - JORGE MARTIN #88 - «Giornata complicata. Ieri in clinica mi hanno toccato un nervo che non era da toccare. Non riesco ad aprire la mano e di conseguenza non posso cambiare come vorrei. C’è il rischio di non correre se l’infiammazione non scende quindi stiamo a vedere. La moto è a posto, ma non posso pilotare come vorrei al momento».