20 settembre 2019
Aggiornato 19:00

Martin vola ad Aragon: 6ª vittoria stagionale

Martin ora vanta 13 punti su Bezzecchi (2º oggi) e 41 sul compagno di squadra Di Giannantonio

Martin vola ad Aragon: 6ª vittoria stagionale
Martin vola ad Aragon: 6ª vittoria stagionale Gresini Racing

ARAGON - Il Team Del Conca Gresini Moto3 esce vittorioso dal 14º appuntamento del Campionato del Mondo MotoGP grazie allo splendido fine settimana di Jorge Martin che dopo la pole position di ieri vince una gara comandata dall’inizio alla fine.
La domenica inizia nel segno delle penalità con Bezzecchi e Bastianini tra gli altri a ricevere 12 posizioni sulla griglia per guida irresponsabile. Un’occasione ghiotta per lo spagnolo numero 88 che corre una gara perfetta, anche strategicamente, aggiudicandosi così 25 punti fondamentali nella corsa al titolo. Martin ora vanta 13 punti su Bezzecchi (2º oggi) e 41 sul compagno di squadra Di Giannantonio.

L’italiano, promosso oggi proprio dalle penalità alla seconda fila della griglia, è stato tra i grandi protagonisti della gara rimanendo sempre nel primo gruppo inseguitore e giocandosi il podio fino all’ultimo giro. 13 punti importanti, ma che lasciano un po’ di amaro in bocca per il Diggia che rimane comunque in corsa per il titolo con ancora 5 gare al termine della stagione.
Ora una settimana di pausa e poi tutti alla scoperta del nuovo circuito di Buriram in Thailandia.

1º - JORGE MARTIN #88 - «È stata una gara davvero lunga ma sapevo di avere un buon passo di gara. Bezzecchi ed Enea partivano da lontano, ma ero sicuro sarebbero rientrati davanti. Fortunatamente quando sono arrivati davanti io avevo già 4 secondi di vantaggio. 13 punti non sono nulla con 5 gare ancora da correre ma tutto aiuta. La chiave è stata all’inizio quando sono riuscito a mettere a segno 4-5 giri davvero veloci».

4º - FABIO DI GIANNANTONIO #21 - «Non sono contentissimo perché la squadra ed io abbiamo dato il massimo e purtroppo arrivare quarti non era l’obiettivo che ci eravamo preposti. I rettilinei di questa pista forse ci hanno penalizzato un po’ e purtroppo avrei voluto finire la gara in un’altra maniera. Rimaniamo positivi e guardiamo con fiducia alla Thailandia».