23 settembre 2018
Aggiornato 04:00

Milan: la nuova soluzione per fare gol

Gattuso va alla ricerca di ogni possibile sistema per guarire la sterilità offensiva della sua squadra
Il Milan 2018-2019 va a caccia del ritorno in Coppa Campioni dopo 5 stagioni
Il Milan 2018-2019 va a caccia del ritorno in Coppa Campioni dopo 5 stagioni (ANSA)

MILANO - Il Milan è nelle sue mani da quasi anno e Gennaro Gattuso è già riuscito ad ottenere diversi risultati e miglioramenti rispetto alle precedenti gestioni tecniche, basti pensare che i punti raccolti dai rossoneri nel campionato scorso non appena l'allenatore calabrese ha preso le redini della compagine milanista da Vincenzo Montella avrebbero consentito al Milan di raggiungere la qualificazione diretta alla Coppa dei Campioni. Anche in questa stagione Gattuso cerca di migliorare e limare quei difetti e quelle lacune che rendono ancora distante la sua formazione dalle prime della classifica, anche perchè l'obiettivo dichiarato è quello di raggiungere uno dei primi 4 posti della serie A, per cui il Milan sa che per riuscirci dovrà scalzare una fra Juventus (impossibile), Napoli, Roma ed Inter, tanto per andare in ordine di classifica della passata stagione.

Più gol

Una delle lacune principali denotata dal Milan nelle ultime due annate è stata la sterilità offensiva: ai rossoneri mancava un grande bomber, uno di quelli dallo spessore internazionale e dall'esperienza adatta per caricarsi sulle spalle l'intera squadra; e poi mancavano le soluzioni, le idee, una tattica che permettesse ai calciatori rossoneri di trovare la via della rete con facilità. Gattuso oggi riflette e sa di aver risolto la prima parte del problema, perchè avere in rosa uno come Gonzalo Higuain è quanto di meglio ci si possa aspettare o sperare; resta però da colmare la seconda lacuna, perchè l'argentino non può starsene impalato in area di rigore ad aspettare palloni vaganti e non può essere l'unico terminale offensivo.

Alternative

Motivo per cui il tecnico milanista valuta una soluzione che al Milan non si vede tanto, ovvero quella della conclusione da fuori area. I tiratori ci sono, da Biglia a Bonaventura, da Calhanoglu a Suso, per arrivare anche ai terzini Laxalt e Rodriguez, in molti possiedono soluzioni balistiche importanti che potrebbero rendere i rossoneri molto più imprevedibili, arrivando ad avere idee differenti, permettendo anche agli attaccanti di essere più liberi ed aprire maggiori spazi in area. L'apporto di centrocampisti e punte esterne sarà un'arma fondamentale nella rincorsa a quella qualificazione in Coppa dei Campioni che a Milanello rincorrono ormai come un'ossessione.