17 febbraio 2020
Aggiornato 16:00
Calcio

Locatelli-Sassuolo: gli aggiornamenti

L'affare che potrebbe portare il centrocampista dal Milan in Emilia si è improvvisamente bloccato e la soluzione non sembra dietro l'angolo

Manuel Locatelli, centrocampista del Milan
Manuel Locatelli, centrocampista del Milan ANSA

MILANO - Nella campagna acquisti in entrata del Milan non vola neanche una mosca, col povero Gattuso costretto a barcamenarsi coi soliti noti, nonostante le richieste di avere a disposizione un vice Suso, un centravanti di gran livello ed un centrocampista di spessore internazionale. Il calciomercato non parte e il Milan pensa innanzitutto a vendere: Kalinic verso l'Atletico Madrid (poi Simeone ci spiegherà cosa gli sia venuto in mente) e, soprattutto, Manuel Locatelli verso il Sassuolo e a titolo definitivo, dopo che i rossoneri avevano sempre detto di no anche al semplice prestito (Frosinone, Fiorentina, Cagliari ed Atalanta rispedite indietro fra agosto 2017, gennaio e giugno 2018).

Affare si, affare no

Stavolta, invece, il Milan si è convinto alla cessione di Locatelli per monetizzare, per incamerare qualche soldino che finanzi la campagna acquisti in entrata. Tifosi ancora più sgomenti del solito, società muta come spesso le accade quando non sa come giustificarsi. Ma come, prima il Milan parla di ringiovanimento della rosa, di valorizzazione dei propri talenti, ricorda Baresi, Maldini, Albertini e compagnia cantante, e poi si libera così facilmente di Locatelli? Lo stesso Sassuolo è apparso sorpreso dall'improvvisa apertura milanista, anche se in men che non si dica gli emiliani hanno imbastito l'affare che stava per condurre il centrocampista alla corte di De Zerbi. L'unico intoppo era il diritto di riacquisto che il Milan voleva inserire nella trattativa e che, probabilmente, alla fine il Sassuolo avrebbe anche concesso; qualcosa si è però bloccata, poi, i rossoneri hanno iniziato a ripensarci, a temere una triste riedizione del caso Cristante, tanto che Elliott ha bloccato, o quantomeno congelato la cessione. Da qualche giorno, infatti, del passaggio di Manuel Locatelli al Sassuolo non si parla più e il Milan ha ripreso in mano taccuino e matita per farsi i conti della serva e capire se lo scellerato sacrificio del giovane centrocampista sia realmente necessario. Un silenzio che, almeno per una volta, potrebbe essere di buon auspicio e non far commettere al club milanista l'ennesimo errore degli ultimi 6 anni.