23 agosto 2019
Aggiornato 02:00
Formula 3 | Norisring

Mick Schumacher lotta per la pole, ma viene penalizzato

Il figlio del grande Michael si conferma veloce anche sul circuito cittadino di Norimberga, ma per un'incomprensione con un commissario viene arretrato

NORIMBERGA – Bene al Norisring, nella prima sessione di qualifica per il campionato europeo di Formula 3, Mick Schumacher, a lungo tra i contendenti per la pole position. Purtroppo, a causa di un’incomprensione con un commissario, il tedesco è stato penalizzato di tre posizioni sulla griglia di partenza di gara-1. «Il primo turno di qualifica è andato bene e avevamo un ottimo ritmo – racconta il figlio del grande Michael, sette volte iridato di F1 – Abbiamo lottato per la pole per tutta la sessione. Poi, sfortunatamente, un’incomprensione con un commissario ha portato ad una penalità che renderà la prima gara molto impegnativa. Faremo affidamento sul nostro buon potenziale per tornare davanti».

Pole al baby ferrarista
Festeggia in compenso un'eccellente pole position il suo compagno di squadra nel team veneto Prema, nonché allievo della Ferrari Driver Academy, Marcus Armstrong. Sul corto e celebre tracciato alla periferia di Norimberga, il neozelandese ha affrontato le condizioni di pista umida alla perfezione, assicurandosi il miglior tempo al termine di una sessione divisa in due gruppi per minimizzare il traffico. Armstrong si è messo in luce nel finale con un riscontro velocissimo, tra l’altro ripetuto in due distinte occasioni. «All'inizio non ho spinto troppo perché sapevo che la pista sarebbe migliorata e il ritmo sarebbe diventato più veloce – commenta il baby ferrarista – Poi il tracciato è andato asciugandosi e siamo riusciti a mettere insieme tutti gli elementi. Nelle fasi conclusive, ho segnato tre tempi molto simili, e c’era ancora margine. Anche sull’asciutto la vettura andava forte e il potenziale è stato alto sin dalle libere. Ora speriamo in una partenza tranquilla domani».