20 novembre 2019
Aggiornato 18:00

Il Mugello è rosso Ducati: doppietta Lorenzo-Dovizioso

Prima vittoria con la Desmosedici per lo spagnolo, davanti al suo compagno di squadra. Valentino Rossi terzo dopo un duello tutto italiano con Andrea Iannone

SCARPERIA – Il Mugello è rosso: Jorge Lorenzo conquista la sua prima vittoria con la Ducati (la sua prima da Valencia 2016) proprio nel Gran Premio di casa per il marchio di Borgo Panigale. E la festa è completata dal secondo posto di Andrea Dovizioso, che firma la doppietta per la Desmosedici. Sul podio anche Valentino Rossi, che vince il duello tutto italiano con Andrea Iannone, a cui spetta la medaglia di legno. Marc Marquez scivola nelle prime fasi di gara e non va oltre la sedicesima posizione, riaprendo il campionato: ora al secondo posto in classifica c'è proprio Rossi, con 23 punti di distacco.

La cronaca di gara
Alla partenza schizza in testa Jorge Lorenzo, mentre alle spalle di Valentino Rossi rinviene Marc Marquez, che si fa strada con una spallata al limite su Danilo Petrucci, costretto a perdere posizioni. Alla fine del primo giro Marquez scavalca anche Rossi e si porta al secondo posto. Ma al quinto passaggio il campione del mondo in carica esagera e, stavolta, non riesce ad evitare la scivolata al Correntaio: poi riparte, ma il trenino dei primi è ormai scappato. Al settimo giro Rossi viene passato anche da Andrea Dovizioso, che è ormai in scia al suo compagno di squadra, ancora leader. Un lungo proprio in fondo al rettilineo fa poi perdere a Vale un'altra posizione, la terza, a vantaggio di Andrea Iannone. Arrivati a metà gara Rossi tenta di ripassare Iannone, ma Petrucci ne approfitta per scavalcare entrambi, nel suo recupero a perdifiato. Poco dopo Iannone viene effettivamente passato anche da Rossi e dal suo compagno di squadra Alex Rins, che alla fine ha la meglio sul Dottore e si porta quarto. Ma un errore fa scivolare di nuovo indietro lo spagnolo, mentre Rossi e Iannone si rifanno sotto e riescono a ripassare Petrucci. Al traguardo Lorenzo transita per primo davanti a Dovizioso e Rossi, che riesce a respingere gli assalti di Iannone, quarto.