19 agosto 2018
Aggiornato 11:30

Valentino Rossi fiducioso: «Le Mans è pista Yamaha». Ma occhio a Zarco!

Un anno fa il Dottore e il suo compagno di squadra Maverick Vinales lottarono per la vittoria. Stavolta, però, bisognerà fare i conti anche con il padrone di casa
Valentino Rossi in pista in sella alla sua Yamaha
Valentino Rossi in pista in sella alla sua Yamaha (Michelin)

LE MANS«Sono felice che andremo a correre in Francia, perché sulla carta dovremmo andar forte a Le Mans: di solito lì la Yamaha funziona bene». Reduce da un deludente inizio di stagione, Valentino Rossi si presenta con tante speranze al Gran Premio di Francia di MotoGP, quinta prova del Motomondiale, su una pista solitamente amica della sua M1. «Penso che al momento la situazione sia difficile da prevedere – continua il pesarese – perché i nostri rivali sono forti, quindi vedremo quale sarà il nostro potenziale. Mi aspetto di essere un po' più competitivo rispetto allo scorso GP, ma non so ancora a che punto saremo rispetto alle altre moto, quindi sarà interessante scoprirlo. Sicuramente i miei ragazzi e io faremo del nostro meglio, come sempre, per renderlo un buon fine settimana di gara».

Il vincitore 2017
Un anno fa, in effetti, il Dottore lottò fino agli ultimi giri per la vittoria a Le Mans, che alla fine andò al suo compagno di squadra Maverick Vinales: «Qui ho ottimi ricordi, per via della vittoria che ottenni con la Yamaha l'anno scorso, perciò speriamo di poter ripetere questo successo – conferma Top Gun – Le Mans è una pista buona per noi, si adatta al mio stile di guida e penso che potremo fare un ottimo lavoro. La corsa di Jerez per noi è stata molto difficile, anche quest'anno. Per fortuna, i test della settimana scorsa sono andati bene. Siamo molto vicini a trovare l'assetto perfetto per me, e per questo vado a Le Mans con uno stato d'animo positivo. Faremo del nostro meglio per salire in vetta alla classifica».

L'idolo locale
Ma in Francia bisognerà ovviamente fare i conti anche con il padrone di casa, Johann Zarco, attualmente secondo nel Mondiale, che nell'edizione 2017 salì per la prima volta sul podio in classe regina e ora va con sempre maggiore convinzione a caccia della sua prima vittoria: «Sono piuttosto contento di arrivare al mio Gran Premio di casa al secondo posto in campionato – conferma il pilota della Yamaha satellite del team Tech3 – Ho ottenuto un bel podio, anche un po' fortunato, a Jerez, che mi ha dato una grande motivazione e un grande sorriso in vista della gara in Francia. Spero nel sole, ma anche se dovesse piovere, ormai conosco bene la mia Yamaha e so di potermi rilassare in ogni caso. L'anno scorso questa fu una delle mie migliori gare della stagione, perché ottenni il mio primo podio in MotoGP. Stavolta vorrei lottare per la vittoria, quindi devo restare tranquillo, lavorare bene con la squadra e poi vedremo cosa accadrà. La presenza di tutti i miei tifosi mi metterà forse un po' di pressione, ma anche tanta energia positiva, quindi arriverò carichissimo».

(da fonte Askanews)