25 settembre 2018
Aggiornato 02:30

Vettel in ritardo: «Ho commesso errori». Ma Raikkonen c'è

La prima giornata di prove libere a Baku premia Kimi, secondo in classifica, sul suo compagno di squadra Seb, appena undicesimo: «Ma il passo gara è migliore»
La Ferrari di Sebastian Vettel in pista durante le prove libere del GP dell'Azerbaigian di F1
La Ferrari di Sebastian Vettel in pista durante le prove libere del GP dell'Azerbaigian di F1 (Pirelli)

BAKU – Su un tracciato in continua evoluzione, man mano che che l’asfalto si pulisce e si deposita più gomma, Kimi Raikkonen ha tratto il meglio dalle modifiche di assetto deliberate già nel corso della prima sessione di prove libere, così da ottenere il secondo miglior tempo nella seconda. «La giornata è andata bene – spiega Kimi – L’inizio non è stato facile, per cui durante la prima sessione di prove abbiamo deciso di passare ad un altro assetto. Purtroppo queste modifiche richiedono del tempo, ma preferisco lasciar stare o perdere del tempo durante la prima sessione per poi essere pronto nel secondo turno. Nel complesso è stata la scelta più giusta e la seconda sessione è andata bene. Questo è un circuito cittadino, ma non di tipo tradizionale. L’aderenza era assai limitata, principalmente perché qui si usa un basso carico aerodinamico. Senza dubbio si può sempre migliorare, ma oggi non eravamo lontani dalla vetta della classifica. Credo che la simulazione di gara sia andata bene, il passo non era male. Ora dobbiamo analizzare tutti i dati e vedere cosa fare per domani».

Vettel non perfetto
Il compagno di squadra, Sebastian Vettel, ha mancato il suo giro veloce (entrambi erano su ultrasoft) e si è quindi concentrato sulle simulazioni di gara per il resto della sessione pomeridiana. «Credo che qui sia molto difficile trovare il giusto ritmo e io non ci sono riuscito durante la prima sessione – ha commentato il tedesco, che non è andato oltre l'undicesimo tempo – All’inizio del secondo turno di prove non riuscivo a tenere il passo e fare un buon giro, ma può succedere facilmente qui. Ho fatto qualche errore in frenata, ma penso di essere andato meglio sul passo gara. Credo che possiamo migliorare per domani e dovremmo andare bene. Dopo tutto è solo l’inizio. Dobbiamo capire di cosa ha bisogno la vettura e abbiamo un po’ di tempo per mettere a posto tutto. Speriamo che domani vada meglio».