27 febbraio 2020
Aggiornato 22:30
Formula 1

Hamilton-Mercedes, le trattative per il rinnovo continuano

Ultima tappa a Torino prima del via del Mondiale per il campione in carica, che ha parlato anche del suo nuovo contratto: «Non so quando, ma arriverà»

TORINO«Se rinnoverò entro questa settimana, prima del Gran Premio inaugurale? Spero di sì, ma se non dovesse essere così, non preoccupatevi, arriverà. Ovviamente dobbiamo concentrarci su questa stagione, ma di sicuro succederà». Parola di Lewis Hamilton che, alla vigilia del via del Mondiale di Formula 1, che partirà il 25 marzo prossimo da Melbourne, annuncia la volontà di voler prolungare il suo contratto con la Mercedes, che scade alla fine del 2018: «Stiamo continuando a parlare – ha annunciato il campione del mondo in carica a margine della presentazione del nuovo centro di ricerca globale della compagnia petrolifera Petronas, sponsor principale delle Frecce d'argento, a Santena in provincia di Torino – Il clima tra me e Toto è piuttosto rilassato, perché la Mercedes conosce il mio impegno nei loro confronti e loro hanno espresso un analogo impegno verso di me. Si tratta solo di trovare costantemente un terreno comune, e in ultima analisi quando si parla di contratti si cerca sempre di lavorare sul modo in cui potersi offrire dei migliori servizi a vicenda, per trarre il massimo da entrambe le parti. È solo questo il punto che resta da definire».

Hamilton ha ancora fame
Sulla stagione che si appresta ad iniziare Hamilton non ha dubbi: «Non ci accontentiamo, partiamo per vincere anche questo titolo mondiale. Nel team c'è voglia continua di progredire, nessuno si ferma, c'è ancora tanto da ottenere. Durante l'anno abbiamo tre motori da trattare con quanta più delicatezza possibile, ma in questi anni abbiamo spinto la tecnologia al limite e per questo siamo leader, non è un caso se siamo i numeri uno. E vogliamo sempre progredire: se avessi visto qualcosa all'interno del team che mi facesse pensare che ci stiamo fermando, avrei meno fiducia in questi ragazzi. Ma non è questo il caso: ci avviciniamo alla nuova stagione non con l'atteggiamento di chi ha già vinto quattro Mondiali ma con la mentalità di voler vincere ancora». A contendere quello che potrebbe essere il quinto titolo consecutivo per la casa della Stella a tre punte non c'è solo la Ferrari: «Potenzialmente anche la Red Bull è molto competitiva». E le prove libere del venerdì «avranno ancora più importanza perché chi troverà subito gli assetti giusti potrà far risparmiare chilometri ai propulsori».

(da fonte Askanews)