11 dicembre 2019
Aggiornato 10:30

La Ferrari inizia (bene) il pre-campionato 2018 con Raikkonen

Meteo permettendo, la Rossa ha percorso oggi i primi giri di pista con la SF71H guidata da Kimi. E domani toccherà al suo compagno di squadra Vettel

La Ferrari di Kimi Raikkonen esce dai box a Barcellona
La Ferrari di Kimi Raikkonen esce dai box a Barcellona Pirelli

BARCELLONA – Se l’Italia è al gelo, anche la regione di Barcellona, dove gli alberi erano già fioriti, non sta molto meglio. Dopo una domenica di sole, che ha permesso alla Scuderia Ferrari di svolgere senza problemi il programma della giornata di riprese televisive, l’esordio vero della SF71H si è svolto con temperature rigide e pioggia nel finale. A fine giornata, comunque, Kimi Raikkonen aveva coperto 80 giri del Circuit de Catalunya (il migliore in 1:20.506 con gomme morbide) e svolto la prima parte di un programma che questa settimana è dedicato soprattutto alla raccolta dati.

Tempi e tempo
«Il vero problema, l’unico, oggi è stato il meteo – riassume Kimi – Il primo feeling con la nuova macchina è stato ok, ma è ancora troppo presto per i giudizi, soprattutto considerate le condizioni di oggi. Queste gomme non sono progettate per lavorare a temperature di 8 gradi, è stato difficile per tutti. Per il resto, il nostro lavoro non aveva niente a che vedere con i tempi sul giro, abbiamo girato e cambiato un po’ di cose cercando di capire la macchina, che non sembra avere niente di sbagliato. Ora dobbiamo cercare di fare altri chilometri». Il primo test sulla durata con la protezione halo montata sopra l’abitacolo si è svolto senza problemi: «Rispetto alle prove degli anni precedenti, stavolta l’halo è stato pensato per essere integrato nel progetto della vettura, cosa che in precedenza non era possibile. Non ho notato nessuna differenza rispetto alla guida senza protezione». Domani le prove continuano con Sebastian Vettel, poi toccherà ancora a Kimi mercoledì e infine Seb chiuderà la prima sessione invernale.