28 settembre 2022
Aggiornato 18:00
Calcio

Montella-Siviglia: decide il Milan

L'allenatore campano è sempre più vicino alla panchina spagnola, ma la società rossonera deve dire l'ultima parola

Vincenzo Montella, ex allenatore del Milan esonerato il 27 novembre 2017
Vincenzo Montella, ex allenatore del Milan esonerato il 27 novembre 2017 Foto: ANSA

MILANO - Da una parte c'è il Milan che batte l'Inter ai supplementari e vola in semifinale di Coppa Italia, dall'altra c'è il Milan società che fa i conti della serva, cercando di capire se ci sarà spazio per qualche colpo in entrata nell'imminente riapertura del calciomercato, se la proprietà fornirà ulteriori garanzie sul futuro, ma anche se sarà possibile liberarsi del contratto di Vincenzo Montella, esonerato lo scorso 27 novembre dopo lo 0-0 di San Siro contro il Torino ma ancora sul libro paga milanista almeno fino al 30 giugno 2019 quando scadrà l'accordo fra il tecnico napoletano ed il club milanese. Un accordo che potrebbe però saltare a breve, perchè Montella è richiesto e corteggiato dal Siviglia, fresco dell'esonero dell'allenatore Berizzo, e ben presto potrebbe volare in Spagna ed accordarsi con gli andalusi.

Situazione economica

Montella è la prima (forse unica) scelta del Siviglia, molto più di Mazzarri e Tuchel, sondati ma scartati dalla società biancorossa che ha individuato nell'ex allenatore del Milan le caratteristiche giuste per rilanciare la squadra e portarla fra le prime quattro della Liga. Ma prima di dire sì al Siviglia, Montella dovrà risolvere il contenzioso col Milan, perchè mentre il suo agente Lucci ha già trovato l'accordo economico con gli spagnoli, altrettanto andrà fatto coi rossoneri perchè Montella per liberarsi dalla sua ex squadra chiede una buonuscita (non ancora quantificata in euro) che Fassone e la proprietà milanista stanno valutando. L'accordo conviene a tutti: al Milan perchè andrebbe a liberarsi di un ingente stipendio, a Montella perchè potrebbe immediatamente rilanciarsi buttandosi alle spalle gli ultimi difficili mesi a Milano; facile che entro 48 ore arrivi la fumata bianca e che l'ormai ex tecnico rossonero sbarchi in Spagna per una nuova avventura, lasciando indirettamente più calmo anche Gennaro Gattuso, rinfrancato già dalla vittoria contro l'Inter e sul quale aleggiava minaccioso il fantasma del ritorno di Montella sulla panchina ora occupata dall'ex centrocampista calabrese. Per buona pace di tutti, insomma.