16 settembre 2021
Aggiornato 22:30
Calcio

Milan: notizie dall'infermeria

Alla vigilia delle due sfide contro il Verona in Coppa Italia e in campionato, Gattuso fa conta di assenti e presenti

MILANO - La stagione del Milan sembra ad un punto di svolta dopo il successo contro il Bologna che ha ringalluzzito il gruppo di Gattuso, scosso dopo il pareggio di Benevento e la sconfitta (seppur indolore) in Europa contro il Rijeka. Il sofferto 2-1 di domenica contro i felsinei deve essere il punto di rilancio dell'annata rossonera, ma Gattuso sa che con tutti gli errori commessi in passato (anche prima del suo arrivo), la sua squadra non può rallentare, ma spingere forte almeno fino alla fine dell'anno solare. Per farlo, però, il tecnico rossonero ha bisogno del suo organico al completo, in modo da poter contare sulla rosa intera nella rincorsa in campionato e nelle sfide di Coppa Italia e Coppa Uefa.
 

Bollettino medico

Dall'infermeria milanista emergono tutto sommato buone notizie per Gattuso e per i tifosi del Milan: a parte Conti (il cui recupero procede in ogni caso senza intoppi), infatti, l'allenatore rossonero può guardare con ottimismo alla guarigione degli acciaccati. Primo fra tutti c'è Lucas Biglia, mai in condizione finora ed invece tornato nella lista dei convocati del tecnico già dalla sfida di Coppa Italia col Verona; nessuna preoccupazione anche per Kessie e Borini, entrambi alle prese con piccoli fastidi emersi durante Milan-Bologna, ma pienamente recuperati. Incerti, viceversa, i tempi di recupero di Josè Mauri, fermo da quasi 15 giorni a causa di una distorsione alla caviglia, per Storari, vittima di un problema al polpaccio dopo la gara di coppa col Rijeka e per il turco Calhanoglu che sta bene, ha recuperato ed iniziato a lavorare individualmente, ma per cui il recupero non ha ancora una data certa e difficilmente sarà a disposizione per la trasferta di Verona di domenica.