19 agosto 2019
Aggiornato 07:30

Milan: Montella si coccola l’intoccabile ed il guerriero ritrovato

Il 4-1 dei rossoneri in casa del Chievo ha messo in evidenza ancora una volta lo straordinario talento di Suso e la nuova vena combattiva di Kessie. Ottime notizie in vista della Juventus

Franck Kessie congratulato dai compagni dopo il 4-1 del Milan col Chievo
Franck Kessie congratulato dai compagni dopo il 4-1 del Milan col Chievo ANSA

MILANO - Il Milan se ne ritorna da Verona con 4 gol e 3 punti che fanno tanto morale e muovono la classifica dopo l’ultimo terribile mese, avaro di gioco e di soddisfazioni. Col Chievo si è rivisto invece un Milan in palla, veloce e ben organizzato, ma soprattutto con una trama di gioco riconoscibile e calciatori che finalmente hanno ritrovato coraggio e giocate, Calhanoglu su tutti, per la prima volta in campionato fra i migliori dei rossoneri ed autore anche del suo primo centro in serie A. Ma Vincenzo Montella, che col 4-1 del Bentegodi rinsalda la sua panchina traballante, si gode soprattutto il gran protagonista della serata, ovvero Suso, il talento più fulgido dell’organico milanista, l’uomo ormai insostituibile nello scacchiere tattico rossonero. Lo spagnolo ha realizzato una rete meravigliosa, ha propiziato il 2-0 ed ha più in generale dispensato perle di classe purissima che hanno fatto impazzire i tifosi presenti allo stadio e quelli comodi davanti alla televisione.

Fiducia

Le speranze del Milan di riguadagnare terreno in campionato e di fare strada in Europa passano per il piede sinistro del fantasista iberico, leader tecnico di una squadra che non può fare a meno neanche per sbaglio di un calciatore in questo momento insostituibile. In forte ascesa anche Franck Kessie, apparso appannato ed in calo nell’ultimo mese, ma in evidente ripresa già domenica contro il Genoa e devastante a Verona; l’ex atalantino ha contrastato, ha corso ed ha pure impostato il gioco, avviando l’azione che ha condotto alla rete di Calhanoglu, tornando ad essere il motore inesauribile del Milan grazie al suo strapotere fisico. Il peccato sulla rete di Birsa è alla fine risultato veniale, unica pecca in una partita eccellente per il centrocampista ivoriano. Montella si gode il suo ritrovato Milan e due calciatori attualmente imprescindibile, una bella iniezione di fiducia in vista della gara di sabato contro la Juventus, il probabile spartiacque del campionato rossonero.