26 ottobre 2021
Aggiornato 01:00
MotoGP | Gran Premio del Giappone

Petrucci ancora «mago» della pioggia: sfiora la pole position

Favoloso il pilota di Terni con la Ducati satellite: lotta per partire al palo fino all'ultima curva e solo un piccolo errore gli nega il miglior tempo, ma ottiene comunque la seconda casella sullo schieramento. Per la quarta volta in stagione scatterà dalla prima fila: «Sono contentissimo anche perché non me lo aspettavo»

MOTEGI – Una qualifica straordinaria per Danilo Petrucci che conquista il secondo posto sulla griglia di partenza del Gran Premio del Giappone regalando al team Pramac per la quarta volta stagionale la prima fila dopo Barcellona, Assen e Germania. La pioggia concede una tregua dopo le abbondanti precipitazioni del venerdì ma il circuito resta umido e scivoloso costringendo i piloti a disputare le qualifiche con le gomme da bagnato. Petrux (qualificato direttamente alla fase finale delle qualifiche grazie al sesto tempo nel secondo turno di prove libere) parte subito fortissimo e nel primo tentativo è secondo.

FIDUCIOSO PER DOMANI - La pista si asciuga ed i tempi si abbassano. Il pilota di Terni torna in pista e spinge alla grande. Nel secondo intermedio nell’ultimo giro è davanti a tutti poi un piccolo errore gli fa perdere decimi preziosi rispetto al poleman Johann Zarco. Il secondo posto davanti a Marc Marquez è festeggiato dal team nel parco chiuso del Twin Ring di Motegi. «Sono contentissimo anche perché non me lo aspettavo – commenta il ducatista – Questa mattina il feeling non era perfetto e non riuscivo ad essere veloce come speravo. In qualifica abbiamo fatto un’ottima strategia sfruttando al massimo il tempo a disposizione. Peccato per aver sbagliato una curva altrimenti avrei potuto chiudere con la pole position. Ma non importa. La posizione di partenza è molto buona e partire davanti in questo circuito è importante. Sono molto fiducioso per domani».