20 maggio 2019
Aggiornato 10:30
Calcio

Napoli, parla De Laurentiis: "Scudetto? Riparliamone a marzo..."

Il presidente partenopeo fa il punto della situazione sul campionato della sua squadra, prima in classifica a punteggio pieno. I tifosi sognano il terzo tricolore della storia

Aurelio De Laurentiis, proprietario del Napoli
Aurelio De Laurentiis, proprietario del Napoli ( ANSA )

NAPOLI - 7 giornate e 7 vittorie, 21 punti, miglior attacco del campionato e primo posto solitario in campionato. Se a Napoli sognano, insomma, non c'è da stupirsi, perchè lo scudetto sotto al Vesuvio non può essere più soltanto una chimera, tutt'altro, questa sembra essere davvero la stagione giusta per riportare il tricolore in Campania dopo quasi 30 anni e quell'epopea targata Maradona che è rimasta unica ed ancora indimenticata. La formazione di Maurizio Sarri gioca e vince, impossibile non chiedere a lui e ai suoi calciatori di non puntare al traguardo più grande, forse mai come stavolta, forse l'ultima occasione per questo gruppo. E cosa pensa il presidente Aurelio De Laurentiis in tutto questo? Il patron partonepeo parla a ruota libera del suo Napoli, delle sue speranze e delle sue ambizioni: "La parola scudetto si può pronunciare eccome - afferma De Laurentiis - ma per adesso pensiamo a lavorare come si deve e non a gonfiarci il petto, perchè conta essere primi in classifica alla fine e non all'inizio. Io di scudetto riparlerei a marzo, sarà quello il momento decisivo. Calciomercato? Anche per questo è inutile parlarne adesso, Milik è stato operato e non so se rientrerà a gennaio, se non ce la farà proveremo a portare subito a Napoli Inglese che ho già prenotato per giugno e che è un ottimo attaccante». Alla ripresa del campionato ecco lo scontro diretto di Roma contro i giallorossi di Eusebio Di Francesco: un'altra vittoria e questo Napoli potrebbe davvero essere inafferrabile.