26 agosto 2019
Aggiornato 07:00

La solita Ferrari velocissima: «Mostreremo il nostro valore»

Come già a Singapore e in Malesia, anche la prima giornata di prove libere a Suzuka conferma una Rossa in grande spolvero, nonostante la quasi assenza di novità tecniche: «Siamo sulla strada giusta, ma ora dobbiamo riuscire a fare risultato», sprona Sebastian Vettel, leader di giornata

SUZUKA – Cambia il teatro, ma non il copione per la Ferrari: anche nella prima giornata di prove libere del Gran Premio del Giappone, infatti, Sebastian Vettel si dimostra il pilota da battere, chiudendo in testa (con due decimi di vantaggio sul diretto rivale Lewis Hamilton) l'unico turno disputato sul bagnato, alla mattina. E non poteva essere altrimenti, visto che la SF70H è rimasta sostanzialmente invariata rispetto alla settimana scorsa a Sepang: «Abbiamo portato delle novità in Malesia, qui non tante ma sono passati solo pochi giorni – conferma il campione tedesco – Penso che in generale la macchina stia funzionando, è stato bello sentirne la potenza: ora spetta a noi migliorarla. Siamo sulla strada giusta, stiamo andando nel modo in cui ci aspettavamo. Perciò ora dobbiamo solo riuscire a fare risultato».

Concretezza
Già, perché se la velocità non è mancata né a Singapore né in Malesia, purtroppo le circostanze negative hanno impedito di tradurla in punti in classifica. L'imperativo, dunque, stavolta è concretizzare: «Ovviamente i risultati non sono stati i migliori nell'ultimo paio di gare, ma ritengo che siamo forti e che abbiamo tutti i motivi per essere fiduciosi – prosegue Vettel – Non è più un duello, ci sono tre team in lotta. Questo crea una situazione interessante: ma per noi non cambia niente, vogliamo comunque uscirne vincitori. Sono abbastanza sicuro che domenica potremo dimostrare ciò che siamo in grado di fare». E nemmeno l'ipotesi di un sabato piovoso spaventa il quattro volte iridato: «Se le qualifiche di domani dovessero essere sul bagnato, allora mi aspetto di migliorare. Le ultime qualifiche sul bagnato sono state a Monza e non sono andate bene. In Malesia è andata un po’ meglio, ora speriamo di aver imparato la lezione. Sta a noi fare tutto per il meglio. A prescindere dal meteo di domani, spero che potremo dimostrare il nostro potenziale».

Pronti a tutto
Proprio per tenere a disposizione l'intera fornitura di coperture da pioggia, infatti, la Rossa ha limitato a un solo giro di ricognizione la sua presenza nel turno pomeridiano: «Non abbiamo cercato di imparare nulla nella seconda sessione di prove libere perché ovviamente abbiamo un numero di gomme piuttosto limitato – spiega l'altro ferrarista Kimi Raikkonen – Quindi abbiamo deciso di risparmiare gli pneumatici da bagnato nel caso in cui piova anche domani in qualifica. Ci aspettavamo un pomeriggio umido ed è per questo che abbiamo compiuto più giri nel primo turno, ed è andata bene».

Kimi Raikkonen rientra ai box nella pista bagnata di Suzuka
Kimi Raikkonen rientra ai box nella pista bagnata di Suzuka (Ferrari)