19 ottobre 2019
Aggiornato 11:00

Hamilton sbanca Monza e va in testa al Mondiale, Vettel a podio

Passo gara imprendibile per le due Mercedes, che conquistano una preziosissima doppietta in terra nemica. La Ferrari si può parzialmente consolare con il terzo posto di Sebastian, che contiene la rimonta finale della Red Bull di Ricciardo. Ora il tedesco è tre punti dietro in classifica

MONZA – Il Gran Premio d'Italia si trasforma in una cavalcata trionfale per la Mercedes, che conquista una preziosissima doppietta in trasferta con Lewis Hamilton e Valtteri Bottas grazie ad un passo gara decisamente inarrivabile per tutti gli avversari. La Ferrari si può parzialmente consolare con il terzo posto in rimonta di Sebastian Vettel, che artiglia il podio contenendo i danni in ottica mondiale, nonostante un tentativo in extremis di rimonta della Red Bull di Daniel Ricciardo, costretto però a chiudere quarto alle sue spalle e davanti all'altro ferrarista Kimi Raikkonen. Grazie a questa vittoria, Hamilton sale per la prima volta della stagione in testa alla classifica piloti, dall'alto dei suoi 238 punti, tre di vantaggio su Vettel.

Il film della gara
La partenza migliore la realizza Kimi Raikkonen, che scavalca subito la Mercedes del connazionale Valtteri Bottas, il quale però gli risponde subito al secondo giro ripassandolo con una ruotata. A quel punto Iceman (che lamenta l'instabilità del retrotreno) sembra perdere il suo spunto e viene superato anche dal compagno di squadra Sebastian Vettel, che in rapida successione si libera anche dei più lenti Lance Stroll ed Esteban Ocon. Ora il ferrarista ha davanti soltanto le due Frecce d'argento, che però hanno già guadagnato un margine di ben sei secondi, che andrà ulteriormente incrementandosi nel prosieguo della gara. Superata la metà gara, si accoda a lui anche Raikkonen, che passa Stroll ai box e Ocon in pista. Nella seconda parte di corsa, tuttavia, alla lotta per il podio si unisce anche Daniel Ricciardo, che beneficia della sua differente strategia, grazie alla quale può contare delle più veloci gomme supersoft proprio per il finale. La sua rimonta conclusiva si ferma però a quattro secondi da Vettel sotto la bandiera a scacchi. L'altro pilota della Red Bull Max Verstappen, che a dispetto della penalizzazione che ha dovuto scontare sulla griglia di partenza è stato autore di uno scatto fulmineo, si è invece subito tagliato fuori dalla lotta per le posizioni di testa, toccandosi con Felipe Massa alla prima variante e provocandosi una foratura alla gomma anteriore destra: al traguardo è giunto solo decimo.