20 gennaio 2022
Aggiornato 14:30
Calciomercato

Ora Neymar è un caso: il Psg paga la clausola ma la Liga non l'accetta

Giallo di mezza estate sull'asse Parigi Barcellona. Protagonista l'attaccante brasiliano Neymar, protagonista dell'affare più importante della storia del calcio. Il Psg avrebbe già provveduto a pagare i 222 milioni della clausola rescissoria, ma il presidente della Liga ha bloccato il trasferimento.

MILANO - Parigi, abbiamo un problema. L'affare più caldo dell'estate il passaggio annunciato, dibattuto, dato quasi per fatto, di Neymar al Paris Saint Germain si complica terribilmente. Eppure la giornata in Spagna era iniziata bene per il club dello sceicco Al Thani, con gli avvocati che rappresentano il Psg che pare abbiano versato i 222 milioni della clausola rescissoria, così da liberare il trasferimento del brasiliano. Purtroppo però da Barcellona sembrano essere di tutt'altro avviso. Javier Tebas, presidente della Liga, ha ufficializzato la ferma decisione di non accettare il pagamento della clausola e far saltare l'operazione, motivando al quotidiano francese L’Equipe una decisione tanto radicale: «Noi non vogliamo impedire i trasferimenti, ma impedire che la Liga venga utilizzata per perpetrare illeciti. Il nostro obiettivo è che il Psg sia sanzionato»
Secondo Marca, quindi, la Liga non accetterà il pagamento anche se lo stesso organo di informazione iberico si pone il dubbio di quanto questa posizione possa incidere sul trasferimento ormai definito. Il Psg infatti potrebbe comunque chiedere in questo caso il transfer provvisorio alla Fifa per consentire a Neymar di esordire in Ligue 1.