17 novembre 2019
Aggiornato 19:00
L'Italrugby chiude tour estivo con tre sconfitte

Rugby, Italia a testa alta con l'Australia

La terza sconfitta nel terzo match estivo dell'Italrugby ha un sapore diverso dalle altre, perché gli azzurri a 3 minuti dal termine erano ancora in partita con un'Australia che cominciava a dubitare. Il tecnico azzurro O'Shea: «Fiero di questa squadra».

Rugby, Italia affonda nel finale a Brisbane, l'Australia vince 40-27
Rugby, Italia affonda nel finale a Brisbane, l'Australia vince 40-27 ANSA

BRISBANE - L'Italrugby chiude il tour estivo 2017 uscendo con la testa alta dal Suncorp Stadium di Brisbane, dove gli Azzurri di Conor O'Shea hanno tenuto testa per ottanta minuti ai vice-campioni del mondo dell'Australia uscendo sconfitta per 40-27, un risultato che non rende merito alla prestazione degli Azzurri, capaci di rimontare nella ripresa da 21-6 a 28-27, entrando negli ultimi dieci minuti in superiorità numerica dopo aver messo in mostra una netta supremazia in mischia ordinata. L'Italia chiude il tour estivo con tre sconfitte e la stagione 2016/17 con una sola vittoria, a novembre a Firenze contro il Sudafrica, ma riparte dalla lunga trasferta nel Pacifico dopo aver permesso ad un gruppo giovane, con tanti atleti affacciatisi per la prima volta sul palcoscenico internazionale, di acquisire esperienza preziosa per le stagioni a venire.

O'Shea: «Fiero della squadra»
«Sono orgoglioso di quello che i ragazzi hanno fatto oggi e nel corso dell'intero tour. Questa performance è la conferma del fatto che, se continueremo ad apportare i cambiamenti necessari al nostro sistema, potremo diventare molto competitivi nelle stagioni che ci aspettano. Oggi i ragazzi hanno prodotto uno sforzo incredibile, ma soprattutto sono cresciuti nel corso di queste settimane: oggi abbiamo costruito una grande opportunità e lo abbiamo fatto giocando come l'Italia, puntando sulla mischia che è stata brillante anche questa settimana ma anche sui trequarti e sulla magia di campo. Sono dispiaciuto per il risultato, ma fiero di quanto la squadra ha fatto vedere oggi sul campo» ha dichiarato nel post-partita il CT azzurro O'Shea tracciando un bilancio del tour estivo.

Test match: Nuova Zelanda-British&Irish Lions 30-15
Va alla Nuova Zelanda il primo dei tre test match in programma contro i British&Irish Lions, selezione composta da giocatori di Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda che ogni quattro anni si reca nell'Emisfero Sud per affrontare una delle tre potenze del rugby mondiale. All'Eden Park di Auckland netto successo degli All Blacks per 30-15 (13-8 all'intervallo) con mete di Taylor e Ioane (2). I Lions solo una volta sono riusciti a vincere una serie in Nuova Zelanda e mai sono tornati a casa con un successo complessivo dopo aver perso il primo incontro.

Test match: Fiji-Scozia 27-22
Si interrompe a Suva la striscia positiva di tre vittorie per la Scozia, battuta 27-22 dalle Fiji che una settimana fa avevano superato in extremis l'Italia. I britannici, sotto gia' 11-7 all'intervallo nonostante la meta di Ross Ford, erano riusciti a riequilibrare la sfida nella ripresa sul 14-14 prima di un improvviso black-out che ha consentito ai fijani di piazzare un parziale di 13-3 e blindare la vittoria. La Scozia era reduce dai successi contro Italia e soprattutto Australia.