7 dicembre 2019
Aggiornato 14:30

Niang: mesto ritorno al Milan, ma il suo destino è già scritto

Il ritorno a casa annunciato dal francese apre nuovi scenari di mercato per il club di via Aldo Rossi. Di sicuro Niang non resterà al Milan, probabile il suo inserimento, come contropartita tecnica, in alcune trattative messe già in piedi da Fassone e Mirabelli con la Lazio, oppure con l’Atalanta, oppure ancora con il Torino.

Niang con la maglia del Watford
Niang con la maglia del Watford ANSA

MILANO - Non si tratta certo di un ritorno da vincitore. Forse è questo il maggior cruccio di M’Baye Niang che, al termine della sua sementrale esperienza in Premier League, ha ufficializzato il ritorno a casa a seguito di una decisione sofferta ma irrevocabile: «Tornerò al Milan. Ringrazio molto il Watford che mi ha fatto conoscere un nuovo campionato e che mi ha dato la regolarità cui aspiravo. Se il club inglese mi farà un'offerta, però, la rifiuterò. Sarà per ragioni personali, perché con i tifosi ho un ottimo rapporto, ma è una scelta mia. Mi è stato dato il tempo per riflettere, l'ho fatto e ho preso la mia decisione. Capisco la delusione del club, che ha deciso di puntare su di me. Chiedo soltanto di comprendermi e di accettare la mia decisione».

Stagione deludente
La stagione del francese nella perfida terra d’Albione, in effetti, è stata tutt’altro che esaltante: 2 gol e 2 assist in 16 presenze in Premier League non possono rappresentare un bottino soddisfacente, anche per il Milan che, malgrado le parole di Niang, ha già ben chiaro quale sarà il suo destino: «Ora incontrerò la nuova dirigenza del club per fare il punto su quali possono essere tutte le possibilità. Prenderemo una decisione tutti insieme nell'interesse di tutte le parti. Sono aperto a ogni tipo di decisione, sia per il bene del club sia per la mia carriera. Se resterò al Milan lo farò con grande piacere. Altrimenti cercheremo una soluzione insieme».

Di passaggio
La verità è che Niang sarà a Milanello solo di passaggio. Fassone e Mirabelli sono già al lavoro per trovargli un’altra collocazione che possa risultare conveniente sia per il ragazzo che per la società di via Aldo Rossi. Sul tavolo delle trattative, al momento, tre opzioni italiane, Lazio, Atalanta e Torino, tutte legate ad eventuali discorsi più ampi che potrebbero inquadrare il francese come contropartita tecnica per portare a Milanello Keita e Biglia dalla Lazio, oppure Conti e Papu Gomez dall’Atalanta, oppure ancora il Gallo Belotti dal Toro. Difficile prevedere al momento l’opzione più calda, di sicuro c’è solo che Niang sta per tornare in rossonero, ma solo di passaggio. La sua avventura al Milan è senza ombra di dubbio finita.