26 giugno 2022
Aggiornato 03:00
La Rossa è carica alla vigilia del Gran Premio di Monaco

Sebastian Vettel non vuole un altro duello con Lewis Hamilton: «Gli starò davanti»

Due settimane fa, a Barcellona, il tedesco e l'inglese, diretti avversari nella corsa al Mondiale di Formula 1, hanno incrociato le ruote per la prima volta. I tifosi attendono il bis questo weekend a Montecarlo, ma il ferrarista punta ancora più in alto: l'obiettivo è vederli solo negli specchietti

MONTECARLO – Sono protagonisti della corsa al Mondiale di Formula 1 ormai dall'inizio della stagione. Ma solo due settimane fa, a Barcellona, Sebastian Vettel e Lewis Hamilton hanno davvero incrociato le armi per la prima volta. È avvenuto al Gran Premio di Spagna, quando il tedesco è scattato meglio alla partenza prendendo il comando della gara e poi difendendolo con i denti anche nel successivo duello ruota a ruota, per poi cedere al suo avversario anglo-caraibico solo sul finale. Il campione delle Frecce d'argento si è così andato a prendere la sua vittoria stagionale, ma il ferrarista ha fatto comunque buona guardia del suo primato in classifica mondiale, dove al momento vanta ancora sei punti di vantaggio.

Grinta e rispetto
Uno scontro diretto, il loro, che ha entusiasmato i tifosi di entrambe le fazioni, ma che non ha scalfito il reciproco rispetto, dichiarato più volte in maniera esplicita dai due. A caldo, Hamilton aveva infatti definito «pericolosa» la manovra difensiva di Vettel alla sua uscita dai box, quando per restare in testa non si era fatto problemi a sportellarlo fuori traiettoria, ma successivamente aveva fatto marcia indietro: «Non ho detto niente di male, sono felice che abbiamo potuto battagliare senza danneggiare nulla, ma non c'è nulla tra di noi. Il rispetto rimane lo stesso». A lui, quindici giorni dopo, nel paddock di Montecarlo, ha risposto anche Seb, con toni analogamente pacati: «Fuori dalla pista non abbiamo motivi per non andare d'accordo – ha raccontato all'agenzia di stampa tedesca Dpa – Bisogna sempre rispettare i rivali che fanno un buon lavoro, il rispetto rimarrà».

A Monaco Ferrari favorita
Eppure, anche se gli appassionati non vedono l'ora di assistere ad una rivincita, il portacolori del Cavallino rampante non sembra della stessa opinione: «L'idea di uno scontro diretto è ovviamente bella, ma non vogliamo scontrarci con loro direttamente, vogliamo stargli davanti». Il primo obiettivo di Sebastian Vettel per il Gran Premio di Monaco di questo fine settimana, insomma, è quello di vedere le Mercedes solo negli specchietti retrovisori. Un obiettivo che non sembra così impossibile da raggiungere, visto che il passo lungo della monoposto tedesca, sulla carta, dovrebbe svantaggiarla nelle strette e tortuose stradine del circuito cittadino del Principato. Ad ammetterlo, del resto, sono stati gli stessi vertici dei campioni del mondo in carica: una previsione decisamente rassicurante per Vettel e per la sua Ferrari.