Calcio - Serie A

Mercato Milan, Diego Lopez verso la cessione definitiva

Mirabelli lavora anche a quelle che sono le uscite del club rossonero. Un po’ per fare cassa, un po’ per far spazio a livello numerico, un po’ per liberarsi da esosi ingaggi, si lavora a cessioni importanti. In queste ore l’agente di Diego Lopez è nella sede rossonera.

Il portiere spagnolo Diego Lopez con la maglia del Milan
Il portiere spagnolo Diego Lopez con la maglia del Milan (ANSA)

Milano – Arrivato pochi minuti fa a Casa Milan Quilon, l’agente del portiere Diego Lopez, già in prestito agli spagnoli dell’Espanyol. Lo spagnolo - protagonista nel Milan di Inzaghi - come ben potremmo ricordare non ha più avuto spazio nei rossoneri dopo l’esplosione di Donnarumma (concomitante tra l’altro con un problema al ginocchio), durante la gestione Mihajlovic.

Le parole di Flores

Già nei giorni scorsi alcune indicazioni in tal senso erano state date dal tecnico degli spagnoli, che aveva dichiarato: «Per me è fatta, considero certa la firma di Diego Lopez per noi. L'affare è praticamente concluso». Insomma, intenti palesi sia della società iberica, sia del giocatore. Ed ecco che allora il suo entourage è entrato in contatto con la società rossonera per definire i dettagli della cessione definitiva.

Contratto esoso

Nessuna grande cifre per tale operazione. Il contratto di Lopez è si in scadenza nel 2018, ma il Milan non ha nessuna intenzione di forzare la mano e chiedere cifre che possano spaventare l’Espanyol: del resto l’ex Real era già arrivato a parametro zero. L’obiettivo rossonero, con Donnarumma, Plizzari e Storari a carico, è quello di non avere una quarta figura, abbastanza imponente tra l’altro. Quindi bisogna cedere Diego e liberarsi dal suo pesante ingaggio, con 2,5 milioni di Euro di guadagno netto per il classe ’81.

Prossima stagione

Resta invece tutto da verificare il parco portieri per la prossima stagione.  

Ormai palese che per Donnarumma sono attesi incontri risolutori con Raiola. La volontà rossonera è quella di rinnovare e puntare tutto su Gigio; Raiola e tutta Europa permettendo. Su Plizzari molto dipenderà dal discorso crescita che si vuole affrontare; di sicuro Alessandro potrebbe ancora allenarsi con la prima squadra e giocare con la Primavera, ma non è da escludere che possa essere mandato a farsi le ossa in prestito. Pronto a tornare alla base Gabriel dopo il poco brillante periodo al Cagliari, da capire se per restare oppure per essere ceduto definitivamente. Per quanto riguarda Storari invece non sembrano esserci dubbi: a giugno il Milan dirà addio al quarantenne portiere pisano.