Calcio - Serie A

Milan-Roma: doppia sfida, in campo e sul mercato

Il match di campionato in programma domenica sera a San Siro si annuncia delicatissimo per diverse ragioni. Innanzitutto motivazioni di classifica, con entrambe le squadre impegnate nella corsa all’Europa, e poi ragioni di mercato, visto l’interesse sia del Milan che della Roma per Kessie e Pellegrini.

Lorenzo Pellegrini
Lorenzo Pellegrini (ANSA)

MILANO - Tra Milan e Roma non è mai una sfida come tutte le altre. La grande rivalità sia tra i club che tra i tifosi delle due squadre ha sempre regalato a questo appuntamento un’aura magica, anche se poco importante per questioni di classifica.
Pensate invece quanta importanza possa il match in programma domenica sera a San Siro per la giornata numero 35 del campionato italiano di calcio. In palio tre punti fondamentali per la classifica di entrambe le compagini, alle prese con una serie di incroci pericolosi anche sul mercato.

Roma-Napoli per la Champions
Partiamo dalla classifica, dove la Roma che veleggia al secondo posto con 75 punti, vede avvicinarsi a lunghe falcate il Napoli di Sarri, ormai ad appena una lunghezza. Un ennesimo passo falso contro il Milan, dopo la sconfitta nel derby, concederebbe un’opportunità unica ai partenopei, issarsi sul secondo gradino del podio a 3 giornate dalla fine con la concreta possibilità di non mollarlo più. Ecco perchè i giallorossi, con in palio l’accesso diretto alla prossima edizione della Champions League, arriveranno a San Siro con il coltello tra i denti.

La piccola Europa del Milan
Ben diversa la situazione del Milan, accartocciato sulle sue insicurezze da diverse settimane a questa parte, tanto da aver perso ormai irrimediabilmente il treno per il quinto posto (l’Atalanta è 5 punti più su). I ragazzi di Montella, reduci dal miserabile bottino di 6 punti nelle ultime 5 partite, ormai sono costretti a battagliare con Inter e Fiorentina per la deprimente e mortificante sesta piazza, che offrirà in premio un poco appetibile accesso ai preliminari di Europa League già a luglio.

Ragioni di mercato
Il nuovo ad rossonero Marco Fassone però continua a predicare l’urgenza di conquistare un palcoscenico europeo la prossima stagione, quindi per il Milan non sono più ammessi passi falsi. A quel punto si potrà pensare concretamente al mercato, dove la nuova dirigenza di via Aldo Rossi è alle prese con una sfida all’ultimo milione con la Roma sia per l’atalantino Franck Kessie che per il centrocampista del Sassuolo Lorenzo Pellegrini.
Battere la Roma ed allontanarla dal secondo posto potrebbe indirettamente rappresentare un vantaggio importante anche per il Milan. La Roma, infatti, senza la certezza dei milioni garantiti dall’accesso alla Champions, rischia di trovarsi in debito di ossigeno a quindi nell’impossibilità di formalizzare le offerte per i due talenti contesi da Fassone e Mirabelli. E allora l’imperativo domenica sera è solo uno: vincere a tutti i costi, per l’Europa e per il mercato.