Calcio - Serie A

Milan: Montella soddisfatto, cresce la preoccupazione dei tifosi

Le inspiegabili dichiarazioni dell’allenatore rossonero al termine di Crotone-Milan pongono sotto i riflettori una serie di considerazioni anche la figura di mister Montella in vista della prossima stagione.

Mister Montella a Crotone
Mister Montella a Crotone (ANSA)

MILANO - «Sono orgoglioso di questi calciatori, la squadra ha dimostrato di essere affamata, di credere nell'Europa e di essere un gruppo unito. Non ho nulla da rimproverare ai miei ragazzi. Al di là dell'inizio la squadra ha fatto una partita di livello altissimo agonisticamente e comunque siamo perfettamente in corsa con i nostri obiettivi». 

Sarebbe divertente sottoporre le dichiarazioni rilasciate da Vincenzo Montella al termine di Crotone-Milan al giudizio di un tifoso rossonero ancora ignaro del risultato. Siamo certi che esploderebbe di gioia al pensiero di una rotonda e soddisfacente vittoria per il Milan. 

Il paradosso di Montella

È proprio questo l’assurdo paradosso che ci troviamo a commentare ancora oggi: da una parte l’analisi oggettiva di una partita che ha visto in campo un Milan bruttissimo, molle in avvio, sbadato e approssimativo in difesa, nervoso e confusionario in mezzo al campo, poco lucido e incisivo in avanti, specialmente nel momento del tentativo di rimonta, soprattutto incapace di avere la meglio su una squadra prossima alla retrocessione; dall’altra la riflessione sconcertante di mister Montella che si ritiene soddisfatto dopo un tale scempio. Di sicuro c’è qualcosa che non torna. 

Nessuna preoccupazione

«Non sono preoccupato - la disamina del tecnico di Pomigliano D’Arco -. Nel secondo tempo abbiamo avuto 4/5 occasioni per poter vincere la partita. Credo che la squadra ci abbia provato fino alla fine. Tecnicamente dobbiamo fare un po' di più, ma ci stiamo lavorando. Ora finalmente per le nostre caratteristiche il calendario diventa facile, visto che con le squadre compatte facciamo più fatica».

I dubbi del tifoso

Fa piacere scoprire che l’allenatore del Milan non sia preoccupato dopo aver conquistato 6 punti nelle ultime 5 partite. I tifosi invece lo sono, e tanto. Un’inquietudine che cresce in maniera esponenziale al pensiero che mister Montella si sta dimostrando probabilmente non pronto a gestire una situazione così delicata come quella che sta vivendo il Milan. Per Fassone e Mirabelli sarà il caso di fare subito una profonda riflessione sulle scelte da fare in vista della prossima stagione, anche e soprattutto a partire dalla panchina.