Calciomercato-Milan

Mercato: tutti pazzi per Conte, perfino i cinesi del Milan

L’indiscrezione riportata dal giornalista di Sky riguarda un presunto contatto tra intermediari del nuovo Milan cinese e l’ex ct della nazionale. Tutto bello e affascinante se non fosse che di questo misterioso consorzio di Pechino non si riesce a sapere nulla e il closing, ad oggi, appare ancora una specie di miraggio.

Marco Fassone, amministratore delegato designato del nuovo Milan cinese
Marco Fassone, amministratore delegato designato del nuovo Milan cinese (ANSA)

MILANO - Quella ascoltata nel tardo pomeriggio di ieri dalla viva voce di Alessandro Alciato, autorevole voce di Sky Sport, potrebbe entrare di diritto della top ten delle più surreale affermazioni in tema di calciomercato degli ultimi anni. Non perchè l’indicrezione in sè non possa contenere qualche elemento di credibilità, quanto per il momento storico nel quale è arrivata. Secondo il giornalista, sull’ex ct della nazionale italiana Antonio Conte, sarebbe pronta a scatenarsi una vera e propria asta. In pole position, come si sussurra da giorni, ci sarebbe l’Inter di Suning, che dopo aver apprezzato il lavoro di Stefano Pioli alla guida della squadra nerazzurra vorrebbe però un ulteriore salto di qualità con un tecnico di spessore internazionale quale l’attuale manager del Chelsea. 

I cinesi vogliono Conte

Fin qui nulla di trascendentale. A fare sussultare sulla sedia tutti i tifosi rossoneri, la voce - riportata con cautela da Alciato - secondo cui nelle ultime ore avrebbero fatto le prime mosse per sondare i programmi futuri di Antonio Conte anche alcuni sedicenti intermediari del nuovo Milan cinese. Tutto bello e affascinante se non fosse che di questo misterioso consorzio cinese, che continua a faresi beffe di Fininvest e dei milioni di appassionati milanisti in attesa di buone nuove, ancora non si riesce a sapere assolutamente nulla. Tanto da non poter prevedere con ragionevole certezza neppure se entro i tempi concessi (al massimo l’inizio della prossima settimana) verrà pagata la terza caparra pretesa da Berlusconi per tenere in piedi questa trattativa sbalestrata. Ora, per dovere di cronaca, noi riportiamo l’indiscrezione, ma ci vuole del coraggio per farla bere ai sempre più disincantati tifosi del Milan.