8 marzo 2021
Aggiornato 06:30
Calcio - Serie A

Milan, l’incredibile notte di Gerard Deulofeu

Con un nome così ("Dio l'ha fatto") non può che essere un predestinato. Semplicemente sontuosa la prestazione dell’attaccante spagnolo appena arrivato dall’Everton, condita da una traversa, scorribande continue in area avversaria e soprattutto l’assist vincente per Pasalic al minuto 89.

MILANO - 3 partite e 244 minuti complessivi sono bastati a Gerard Deulofeu per entrare nel cuore dei tifosi rossoneri e conquistare il Milan. La prestazione di Bologna è stata davvero un gioiello: corsa incessante per 90 minuti, non disgiunta da una qualità indiscutibile sia in attacco che in difesa. Dai piedi dello spagnolo sono partite almeno 4 occasioni da gol nitide, una direttamente da calcio d’angolo con una palombella che si è stampata sulla traversa; almeno un paio sciupate malamente dal croato Pasalic che però alla fine si è fatto perdonare con la zampata vincente al minuto 89, dopo l’ennesimo colpo di genio dell’ex Barcellona.

Ora continuiamo così

L’assist vincente di Deulofeu al croato è una sintesi di eleganza, forza fisica, classe e creatività. «Una notte incredibile per tutti noi, sapevamo nello spogliatoio di essere in fiducia e che potevamo fare una grande partita perchè siamo il Milan, anche con due in meno - le parole dell’attaccante rossonero ricordando le due espulsioni di Paletta e Kucka -. Questa vittoria ci dà grande fiducia, abbiamo onorato la maglia e siamo molto felici. Questi tre punti pesano come sei. Ho iniziato giocando da esterno, poi sono passato a fare l'attaccante centrale. Per me non era una prima volta, l’avevo già fatto e stasera era necessario giocassi lì. Adesso però dobbiamo continuare così».