17 febbraio 2020
Aggiornato 20:30
Calcio | Inter

Inter, approvato il bilancio. Bolingbroke: «Fiducia in De Boer»

Terminata l'assemblea dei soci nerazzurri. Thohir assente per motivi familiari, a presiedere l'assemblea Nicola Volpi. L'obiettivo rimane la Champions League. Ausilio: «Molti allenatori si propongono ma la panchina dell'Inter è di Frank De Boer».

MILANO - «I risultati della squadra finora non sono stati soddisfacenti a parte alcune occasioni ma mercoledì sono arrivati tre punti importanti, dai quali ci auguriamo di ripartire: l'importante è stare uniti, stare vicini come azionisti e come Società all'allenatore e alla squadra, cercare di dare il massimo supporto, in maniera tale da affrontare ogni sfida con coraggio e serietà, con spirito combattivo e grinta per onorare i colori nerazzurri». L'Inter è vicina a Frank De Boer secondo le parole di Nicola Volpi che ha rappresentato Erick Thoir nell'assemblea degli azionisti che ha approvato oggi il bilancio dell'Inter. «Gli obiettivi che avevamo a inizio stagione sono e devono rimanere gli stessi. Il nostro Club per storia e tradizione merita di competere nei palcoscenici più importanti, merita di tornare in Champions League». Per l'amministratore delegato Michael Bolingbroke «Abbiamo ancora nella nostra agenda la sfida scudetto. Abbiamo ancora l'obiettivo di portare a casa lo scudetto. E' stata una decisione molto difficile cambiare l'allenatore e approfitto per ringraziare Roberto Mancini. Siamo davvero soddisfattissimi di Frank de Boer».

Perdita migliora a 59,6 milioni
L'Inter ha chiuso l'esercizio 2015-2016 con una perdita netta di 59,6 milioni, in miglioramento rispetto al rosso di 140,4 milioni del precedente esercizio. Il margine operativo lordo è salito a 10,1 milioni, i ricavi sono cresciuti del 21,6% a 241,4 milioni. Sono questi i conti del club milanese approvati oggi dall'assemblea degli azionisti.
La perdita di esercizio, calcolata in base ai criteri stabiliti dal Financial Fair Play, è inferiore a 30 milioni per l'anno fiscale 2015-2016 (in attesa di approvazione formale da parte della Uefa).

Bolingbroke: «Siamo sulla giusta rotta»
«Il risultato consolidato del gruppo evidenzia che siamo saldamente sulla giusta rotta per realizzare il piano di risanamento del club - ha commentato il Ceo Michael Bolingbroke - queste cifre non includono i ricavi relativi alla partecipazione alle competizioni Uefa. Abbiamo un solido business plan quinquennale che include la creazione di un nuovo flusso di ricavi che ci condurrà al profitto attraverso una crescita commerciale sostenibile. Il Club - ha concluso - potrà sfruttare grandi opportunità di crescita e di sviluppo del brand Inter all'estero, grazie al nostro nuovo socio di maggioranza Suning e alla sua importante influenza in Cina e nel resto dell'Asia».