16 gennaio 2021
Aggiornato 02:30
Calcio

ICC, Milan sconfitto dal Chelsea ma Montella sorride

I Blues di Conte impongono la seconda sconfitta consecutiva ai rossoneri, ma il tecnico del Milan può essere sereno alla luce degli evidenti progressi mostrati dai suoi ragazzi. In palla Niang, Abate e Bonaventura; preoccupante invece il divario tra i titolari e gli uomini della panchina milanista.

MILANO - Non che ci fossero dubbi vista la differenza dei valori in campo, ma la partita orgogliosa e coraggiosa disputata dai rossoneri di Montella contro il Chelsea ha offerto risposte molto più incoraggianti di quanto dica la sconfitta finale per 1-3.

Passato in svantaggio al 24’ del primo tempo con un gol di Traorè su una ribattuta dopo una corta respinta di Donnarumma, il Milan reagisce con intraprendenza, mette in difficoltà più di una volta l’estremo difensore Courtois e alla fine raggiunge il pareggio allo scadere del primo tempo con una punizione al bacio di Jack Bonaventura.

Bene Niang

Niang è una furia e solo le prodezze del portiere belga gli negano la gioia del gol, poi però Montella opta per qualche cambio strategico e allora in casa Milan si spegne la luce. Dentro Vergara per Romagnoli e Honda per Luiz Adriano e puntuale arriva il gol del vantaggio blues con Oscar dal dischetto, a seguito di un rigore concesso per fallo di mano di Poli. Poi dentro anche Matri, Vido e Zanellato (mentre il Chelsea si permette il lusso di buttare dentro gente come Oscar, Ivanovic e Cuadrado) e a quel punto il destino del match è segnato. Il terzo gol di Oscar al minuto 87 vale solo per i tabellini, ma Vincenzo Montella può ritenersi soddisfatto dei progressi fatti vedere dalla sua squadra.

Con 2-3 innesti di spessore questo Milan potrà dare belle soddisfazioni ai suoi tifosi.