16 dicembre 2019
Aggiornato 14:30
Il lavoro della Rossa nei due turni

I tempi del venerdì rincuorano Sebastian Vettel: «Il giro è ok»

Se l'obiettivo principale della Ferrari in questo fine settimana è colmare i limiti emersi in qualifica, i risultati della prima giornata di prove libere sembrano rassicuranti: «Sulla tornata secca è andata bene. Siamo qui per vincere»

Sebastian Vettel sorridente oggi ai box
Sebastian Vettel sorridente oggi ai box Ferrari

HOCKENHEIM – Sebastian Vettel è moderatamente soddisfatto dopo la prima giornata di prove libere del Gran Premio di Germania di F1 in programma domenica ad Hockenheim che lo hanno visto concludere al terzo posto, subito a ridosso delle Mercedes, in entrambi i turni. L'obiettivo del pilota di casa non era quello di guardare ai cronometri, ma piuttosto di ritrovare i riferimenti tecnici su una pista in cui non si correva ormai da due anni: «Non credo che ci sia abbastanza tempo per mettere a punto la macchina per un settore specifico, dobbiamo progredire in tutti i settori – ha detto ai microfoni di Sky – Le Red Bull? Non guardo troppo agli altri, io sto ascoltando la macchina. Come sempre siamo qui per vincere e ci proveremo. Noi cerchiamo di essere più veloci, abbiamo visto che le Mercedes lo sono e anche molto». Quanto al venerdì di prove, la sua valutazione è positiva, soprattutto per quanto riguarda le qualifiche, il principale tallone d'Achille da risolvere in questo fine settimana: «Nel complesso abbiamo ottenuto un buon risultato in entrambe le sessioni, ma abbiamo bisogno di migliorare ancora e questa sera cercheremo di fare dei passi in avanti – spiega il campione tedesco – Credo che il giro singolo fosse buono, non posso dire molto dei long run; nel pomeriggio ho utilizzato soprattutto gomme soft, che sembrano durare a lungo, quindi penso che in generale sia andata bene, anche se dobbiamo crescere ancora. Dobbiamo lavorare sull’assetto e mettere un po' tutto insieme, perché se la macchina si comporta meglio in pista, se si adatta di più al mio stile di guida, posso attaccare a fondo».

Il pilota tedesco in azione nelle prove libere in casa
Il pilota tedesco in azione nelle prove libere in casa (Ferrari)

Kimi Raikkonen più in ritardo
Più cauto, ma non insoddisfatto è il suo compagno di squadra Kimi Raikkonen, che pure ha chiuso solo al sesto posto. Il distacco da Seb è infatti spiegabile con il diverso programma di prove seguito da Iceman, che nel pomeriggio si è concentrato sulle simulazioni di gara con gli pneumatici più morbidi e con differenti carichi di carburante: «Stamattina non avevo provato il passo di gara, questo pomeriggio non è andata troppo male. Di sicuro c'è del lavoro da fare per migliorare, ma più o meno ci siamo – ha aggiunto – Ovviamente vogliamo stare davanti e per questo motivo questa sera ci concentreremo sui dettagli da migliorare nelle aree in cui vogliamo fare progressi. Lavoreremo su alcuni dettagli per migliorarci e domani andrà tutto bene – continua – Se siamo nella giusta direzione? Il venerdì è sempre difficile avere un’idea chiara di dove ti trovi rispetto agli avversari, da domani ne sapremo di più, ma la sessione di oggi non è andata troppo male».

(da fonte Askanews)