6 giugno 2020
Aggiornato 23:00
Un futuro in auto per Macio

Marco Melandri torna a correre, ma non in moto

Lontano dalle gare ormai da oltre un anno, il 33enne pilota ravennate sceglie le quattro ruote, per la precisione quelle della Lamborghini Huracan del campionato di GT3 Le Mans Cup, per il suo rientro alle competizioni

Marco Melandri
Marco Melandri

ROMA – Ha scelto le quattro ruote Marco Melandri per il suo attesissimo ritorno alle corse. Il 33enne già vicecampione del mondo in MotoGP (alle spalle di Valentino Rossi nel 2005) e in Superbike (nel 2011), nonché iridato in classe 250 nel 2002, è lontano dalle competizioni ufficiali ormai da oltre un anno: ovvero da quando il suo sfortunato rientro nella classe regina del motociclismo con Aprilia si concluse con un divorzio consensuale. Da allora ha ricevuto diverse offerte, ultima delle quali quella della Yamaha per sostituire l'infortunato Sylvain Guintoli nel team ufficiale Sbk, ma le ha sempre rifiutate, giudicandole non all'altezza.

Una supercar da 550 Cv
Se in moto non trova soddisfazioni, dunque, il ravennate è andato a cercarle nelle macchine. E ha deciso di schierarsi al via, il 15 e 16 luglio prossimi, della gara di GT3 Le Mans Cup sul circuito austriaco del Red Bull Ring. Si tratta di un campionato di endurance con vetture Gran Turismo, di supporto ai prototipi della European Le Mans Series, che ha fatto il suo esordio proprio quest'anno e che conta ben dodici vetture partecipanti. Quella che guiderà Macio sarà una Lamborghini Huracan (un bolide spinto da un motore 5.2 V10 in grado di sviluppare la bellezza di 550 Cavalli di potenza massima) portata in pista dal team Fff Racing e come compagno di equipaggio avrà l'esperto connazionale Andrea Caldarelli, già da lungo tempo impegnato nel campionato giapponese di Super Gt.

I suoi precedenti in auto
Quella di passare dalle due alle quattro ruote non è del resto stata esattamente una decisione d'impulso da parte di Melandri. Il flirt con le macchine andava avanti da tempo: nel 2009 fece la propria apparizione in un campionato di stock car del Medio Oriente, la Speedcar Series, mentre lo scorso settembre corse in Italia nella Lotus Cup, vincendo anche una manche. Non a caso, in una delle sue ultime interviste ufficiali, aveva fatto intendere proprio che quella di correre in un campionato di GT3 era per lui un'opzione concreta. Detto, fatto...

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal